Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, R4, la replica dell’assessore Ezio Di Genesio Pagliuca: “M5S, incompetenti sul tema”

L'Assessore: "Limitarsi solo a dire quali sono le problematiche non serve a nulla"

#Fiumicino, R4, la replica dell’assessore Ezio Di Genesio Pagliuca: “M5S, incompetenti sul tema”

Il Faro on line – “Per l’ennesima volta la consigliera Velli dimostra la sua incompetenza sul tema riguardante i vincoli apposti con il decreto 58 ma, soprattutto, l’incapacità di affrontare in maniera complessiva il problema. Sorvolando infatti sui giudizi che dà sull’operato dell’Amministrazione, anche se tengo a precisare che determinate affermazioni servono solo a qualificare le persone che le fanno, ricordo alla consigliera che è stata proprio quest’Amministrazione a permettere il potenziamento dell’impianto idrovore e ad impedire la realizzazione di locali seminterrati laddove ci saranno delle abitazioni e soprattutto, in tutti i piani che si stanno approvando in conformità al piano regolatore, si sta prescrivendo già da anni il principio dell’invarianza idraulica. Quindi la consigliera Velli arriva tardi. Anzi, i suoi suggeritori sono arrivati tardi. Dispiace che ci si occupi di determinati temi solo quando si viene imbeccati, con informazioni peraltro non corrette, mentre questa Amministrazione si occupa dei temi di questa Città da sempre, cercando di affrontarli e di dare delle soluzioni” – è quanto dichiara l’assessore Ezio Di Genesio Pagliuca.

Limitarsi solo a dire quali sono le problematiche non serve a nulla. A tal proposito il problema che noi evidenziamo come Comune di Fiumicino, è legato all’entità di questo vincolo. E lo facciamo non sulla base di una posizione ideologica, ma avendo agli atti uno studio effettuato da esperti e fatto proprio dalla Regione Lazio. È tutta qui la distanza che c’è tra noi e la decisione che è stata presa dal Comitato Tecnico dell’Autorità di Bacino.
La veridicità di quanto diciamo è dimostrata dal fatto che la stessa Autorità di Bacino ha dichiarato, a volte anche ufficialmente, di non aver effettuato nessuno studio, se non ‘studi speditivi’, sul territorio di Isola Sacra. Per quanto riguarda l’interrogazione presentata dalla consigliera Velli alla Regione Lazio la informiamo che siamo ancora nella prima fase autorizzativa del progetto che, comunque, appare ad una prima analisi insufficiente rispetto alla soluzione complessiva del problema”.

“Rispetto all’Imu informiamo la consigliera Velli, forse poco aggiornata tra un’astensione e l’altra in consiglio comunale, che questa Amministrazione dal primo giorno in cui si è insediata e negli ultimi quattro bilanci di esercizio ha drasticamente ridotto, anno per anno, la tassazione applicata sui terreni edificabili secondo le previsioni del Prg approvato ma non attuabili per le più svariate problematiche. A questo punto auspichiamo che la consigliera possa votare con noi la relativa proposta allegata al Bilancio 2017. Se non se ne fosse accorta le speculazioni sul nostro territorio sono finite almeno da qualche anno. Quello che a noi interessa è il libero esercizio di un diritto che centinaia di cittadini hanno avuto e non hanno chiesto”.

“Chissà, poi, se la consigliera Velli ha lo stesso atteggiamento che sta avendo nei confronti delle posizioni di questa Amministrazione sulla realizzazione dello stadio della Roma visto che il M5S, in un’area che ha gli stessi vincoli di Isola Sacra, si prepara ad avallare una variante al piano regolatore generale di Roma per centinaia di migliaia di metri cubi. Con la semplice differenza che qui a Fiumicino si vorrebbe proseguire semplicemente con l’attuazione del piano regolatore.
Infine, tornando al comunicato della consigliera Velli del 29 gennaio in cui mi accusa di avere un atteggiamento da talk show di quarto piano, la invito ad un confronto pubblico sul tema così saranno i cittadini a verificare la qualità del dibattito e degli interventi. Ma potrà partecipare? Spero solo che non abbia bisogno dell’autorizzazione di qualche entità ‘superiore’ per poter essere presente” – conclude Di Genesio Pagliuca.