Seguici su

Cerca nel sito

‘I guerrieri di Dio’ di Stefano Fabei e Fabio Polese

Un volume per raccontare la storia di un organismo politico-militare definito negli anni movimento integralista, gruppo terroristico sciita, creatura dell’Iran rivoluzionario.

Il Faro on line – Stefano Fabei e Fabio Polese hanno realizzato un volume per raccontare la storia del Partito di Dio. Un organismo politico-militare sul quale molto è stato detto e scritto, spesso in termini non corretti, definendolo di volta in volta movimento integralista, gruppo terroristico sciita, creatura dell’Iran rivoluzionario al servizio della Siria.

Dotato di una struttura tentacolare che ne ha fatto, a trenta anni dalla sua fondazione, un’organizzazione attiva in campo sociale, culturale, assistenziale e militare, fin dalle origini oppositore determinato dell’imperialismo e già protagonista della liberazione del Libano da Israele, Hezbollah è conosciuto come la Resistenza islamica.

Per comprenderne la complessa storia, questo saggio parte dal contesto libanese e mediorientale in cui il Partito di Dio è nato e cresciuto accompagnando il lettore nella conoscenza degli uomini, delle idee, delle azioni politiche e delle campagne militari di un soggetto che ha fatto del pragmatismo e della segretezza uno dei punti di forza.

Hezbollah è guidato da Hassan Nasrallah, che schierato con Putin e l’Iran al fianco di Assad, viene ormai considerato il leader di una vera e propria potenza regionale capace di contribuire alla lotta contro l’Isis e al-Qaeda, ovvero i gruppi responsabili del fiume di sangue che sta sconvolgendo prevalentemente la Siria e l’Iraq, con l’appoggio, per vari motivi e modus operandi, dell’Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar, oltre che dagli Stati Uniti e da alcuni Paesi loro alleati.

Nel volume c’è anche un piccolo inserto fotografico. Gli scatti sono stati realizzati in diversi viaggi e documentano in particolare la festa della Liberazione del sud del Libano dalle forze di occupazione avvenuta nel 2000, festa che ogni anno si celebra il 25 maggio. Diciassette anni fa, per la prima volta, le televisioni di tutto il mondo hanno trasmesso le immagini dei soldati israeliani costretti a dare le spalle ai loro avversari. Questo primato assoluto conferì a Hezbollah molta popolarità e il consenso di gran parte del popolo del Paese dei Cedri».

L’autore

Stefano Fabei, classe 1960, è autore di molti saggi tra cui: Il fascio, la svastica e la mezzaluna (2002), I neri e i rossi (2011), Il generale delle Camicie Nere (2013), «Tagliamento» la legione delle Camicie Nere in Russia (1941-1943), Storia del Marocco moderno (2014), La Grande Guerra e la rivoluzione proletaria (2015). Fabio Polese, classe 1984, è giornalista e fotoreporter. Ha realizzato reportage in diverse zone calde del mondo. Ha pubblicato: Le voci del silenzio. Storie di italiani detenuti all’estero (2012) e Strade di Belfast. Tra muri che parlano e sogni di libertà (2015).

‘I guerrieri di Dio’ di Stefano Fabei e Fabio Polese
Ugo Mursia Editore – pag. 394 – € 21.00