Seguici su

Cerca nel sito

#Anzio, Città Futura a sostegno dei movimenti civici sul litorale

Di Fede: "Occorre fare rete tra tutti coloro che vogliono essere cambiamento"

#Nettuno, Città Futura a sostegno dei movimenti civici sul litorale
Il Faro on line – “Città Futura “strizza l’occhio” al neonato Movimento Civico “Liberiamo Ardea” ed alla sua Presidente Monica Fasoli, che si sta presentando proprio oggi in una città che vive la crisi dei servizi, il degrado, l’abbandono, l’inadeguatezza di chi ha amministrato fino ad ora. L’onda dei movimenti civici cresce su tutto il litorale sud di Roma e si rafforza di giorno in giorno,  facendo rete tra tutti coloro che vogliono essere cambiamento. Con noi, a portare i saluti, anche Giulio Verdolino, referente di Terra Nostra Nettuno e Danilo Conversi, portavoce FdI circolo Nettunia. Agli amici di “Liberiamo Ardea”, a Monica Fasoli il nostro sostegno ed in bocca al lupo in vista della faticosa campagna elettorale per le prossime amministrative” – così in una nota la Presidente di Città Futura, Rosalba Esposito e la portavoce di Città Futura Anzio Chiara Di Fede.

“Nella giornata di lunedì abbiamo potuto visionare le proposte di modifica al regolamento Igiene e sanità ambientale formulate e depositate da cinque consiglieri di opposizione. Un primo passo che, unitamente alla nostra richiesta di dotare il comune di un Piano di zonizzazione acustica, rappresentano certamente la volontà di tutelare il territorio e la salute dei cittadini. Tuttavia noi abbiamo protocollato oggi all’attenzione del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale una proposta di modifica che si basa sulla clausola di retroattività, così come già disciplinata dalla normativa vigente e che auspichiamo sarà discussa in Consiglio Comunale” – prosegue Chiara Di Fede, portavoce del movimento.

“Venerdì in conferenza capigruppi, tenutasi durante la sospensione del consiglio comunale, così come previsto dal regolamento comunale ho potuto presentare personalmente ed esporre le ragioni fondanti l’emendamento da noi presentato al regolamento di igiene e sanità ambientale, relativo alla clausola di retroattività. Il consiglio comunale ha respinto la nostra proposta così motivandola “l’emendamento viene  respinto perchè, sebbene interessante e motivato non ci sono le condizioni di serenità per approvare un provvedimento di questa natura”. Il consigliere di maggioranza Tontini Gianfranco, dichiarando di ritenere il nostro emendamento vitale e realmente efficace, ha abbandonato l’aula per protesta. Per noi è una vittoria, veder respinto un emendamento senza reale motivazione, se non  probabilmente solo politica. Una sconfitta invece per la città” – conclude la portavoce Chiara Di Fede.