Seguici su

Cerca nel sito

Elisa Rigaudo mette al collo il bronzo di Daegu 2011. Ai Mondiali arrivò quarta. Il Cio le consegna il terzo posto

Consegnata a Torino, la medaglia. Squalificata la russa Kanishina, per doping

Più informazioni su

Elisa Rigaudo mette al collo il bronzo di Daegu 2011. Ai Mondiali arrivò quarta. Il Cio le consegna il terzo posto

 

Il Faro on line – Continuano le penalità del Cio, nei confronti della Russia. Una delle ultime medaglie ritirate, in ordine di tempo, è stata quella di Olga Kanishina, che vinse il bronzo, nella marcia dei 20km, ai Mondiali di Daegu.

Sei anni dopo, è la campionessa di marcia Elisa Rigaudo, a gioire del podio. Arrivò quarta in Cina, l’atleta del I Nucleo Atleti delle Fiamme Gialle e quella medaglia sfumata per un minuto soltanto, le è stata messa al collo, lo scorso 22 febbraio. A conseguenza del provvedimento del Comitato Olimpico Internazionale, la Riguardo ha ricevuto il bronzo per la gara di marcia. Il tempo, da lei registrato ai Mondiali, fu di 1h30’44 e attualmente, questo tempo è ufficialmente, il crono del bronzo.

In questo modo, Elisa diventa l’unica atleta delle Fiamme Gialle, nella disciplina regina dei Giochi, ad essere salita su 3 podi, di 3 competizioni internazionali diverse. Olimpiadi, Mondiali ed Europei. Infatti, la marciatrice gialloverde salì sul terzo gradino del podio, ai Giochi di Pechino ed anche agli Europei di Goteborg, nel 2006.

La medaglia le è stata data in occasione della cerimonia di premiazione, del Comitato Regionale Coni Piemonte. Alla presenza di Giovanni Malagò, massimo esponente del Coni, del Presidente della Fidal, Alfio Giomi, del Presidente di Coni Piemonte, Gianfranco Porqueddu e di numerose altre autorità, tra cui il Comandante Regionale della Guardia di Finanza, Gen. D. Fabio Contini, del Comandante del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, Vincenzo Parrinello e del Comandante del Centro Sportivo di Castel Porziano, Gen. B. Raffaele Romano, il bronzo inseguito con passione ed impegno, ha vestito il collo ed il cuore della Rigaudo. Ad applaudire Elisa, anche alcuni compagni delle Fiamme Gialle e di Nazionale, come Fabrizio Donato, Margherita Magnani ed Alessia Trost.

 

Foto : Colombo/Fidal

Più informazioni su