Seguici su

Cerca nel sito

Letture d’autore, musica e degustazioni a #Nettuno

Cominceranno gli incontri letterari aperti a tutti dove verranno presentati e spiegati nuovi libri e affrontate diverse tematiche

Letture d’autore, musica e degustazioni a #Nettuno

Il Faro on line – Anche per tutto il mese di marzo continuano gli appuntamenti con “Per Bacco che Libro“, la rassegna letteraria organizzata dall’Associazione culturale 00042, insieme a Cantina Bacco e alla Scuola chitarristica di Antonio D’Augello, che fino al 27 aprile impreziosirà la città di Nettuno con letture d’autore, tanta musica e degustazioni di ottimi vini. Dopo il successo dei primi tre incontri, ad aprire il ricco calendario di marzo sarà la giornalista Rai Angela Iantosca, autrice di “Onora la madre” (Rubbettino editore) e “Bambini a metà. I figli della ‘ndragheta” (Perrone Editore), ed ospite d’onore del quarto appuntamento di “Per Bacco che Libro”, in programma domani, giovedì 2 marzo, dalle ore 16.30 alle 19.00, nella location di Cantina Bacco (via Eschieto 1 – ex via cisterna km 1- Nettuno).

Tema dell’incontro e filo conduttore dei due libri sarà il mondo dell”ndrangheta che si intreccia con quello femminile e dell’infanzia. Nel primo saggio “Onora la madre” la Iantosca racconterà una Calabria sconosciuta che si declina al femminile, attraverso i documenti, i riti, le tradizioni, la fede, le parole dei pm, degli storici, della gente, per arrivare ad affermare che la donna, è asse portante della ‘ndrangheta perché, nei decenni, nascosta all’ombra delle case, è lei che ha nutrito, tramandato, e gestito una delle organizzazioni criminali più potenti del mondo. Invece nel secondo libro “Bambini a metà. I figli della ‘ndragheta” l’autrice affronta il tema dei minori della ‘ndrangheta, attraverso le carte, gli incontri diretti, le parole dei pm, degli psicologi e di chi, ogni giorno, si fa carico della responsabilità di far conoscere loro un mondo diverso da quello nel quale sono costretti a crescere

Ad aprire il pomeriggio di “Per Bacco che libro” sarà la presidente della 00042 Elisabetta Civitan accompagnata da Giancarlo Calderaro, che modererà l’incontro e presenterà l’autrice dei due libri. Nata a Latina, la Iantosca si è trasferita a Roma per coltivare la sua passione per il giornalismo. Laureata in Scienze Umanistiche, dal 2003 è giornalista e collabora con diverse testate nazionali. Da settembre 2014 è inviata de La Vita in Diretta. Tra le altre pubblicazioni, anche il racconto “L’urlo del Leone” nella raccolta Siria. Scatti e Parole (Miraggi Edizioni, 2014).
“È un vero piacere – dichiara la Presidente della 00042 – avere come ospite della nostra rassegna letteraria la giornalista Angela Iantosca, che ha avuto la grande capacità di dar voce ad una realtà che non ha voce e che difficilmente viene raccontata. Una realtà che scopriremo pagina dopo pagina, insieme a lei e alla rassegna “Per Bacco che Libro” che ogni giovedì, con gli incontri in programma alla Cantina Bacco, affronterà anche per il mese di marzo diversi temi con tanti importanti e illustri ospiti”.

La rassegna letteraria targata 00042 proseguirà poi il 9 marzo con la presentazione del libro di Gennaro Pesante, “I politici e il controllo della televisione” (Historicaeditore), insieme al giornalista e moderatore dell’incontro Giovanni Del Giaccio che aprirà l’appuntamento in rassegna. Il 16 marzo Per Bacco che libro avrà come ospite Ilaria Guidantoni, autrice del libro “Lettera a un mare chiuso per una società aperta” (Albeggi edizioni), un diario intimo che diventa una lettera aperta di riflessione filosofica e politica sui cambiamenti che stanno scuotendo il mare nostrum. Ad introdurre l’autrice Angelo Pugliese e Giovanni Del Giaccio, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.

La malasanità italiana sarà il tema centrale del 23 marzo con la presentazione del libro inchiesta “Sangue sporco” (Giubilei & Regnani editore) del giornalista Giovanni Del Giaccio, che racconterà e ripercorrerà alcuni casi simbolici come lo scandalo degli emoderivati. Durante l’incontro, moderato da Giancarlo Calderaro, si parlerà anche del documentario The bloodgate, poi seguirà l’intermezzo musicale di Gianmarco Ottaviani. Il 30 marzo sempre alla Cantina Bacco il pomeriggio sarà dedicato a “Leo Longanesi. Il borghese­ conservatore” (Giubilei & Regnani editore), il libro di Francesco Giubilei che racconta una delle più geniali e irriverenti figure del panorama culturale italiano del Novecento. Insieme all’autore e a Giovanni Del Giaccio, che modererà l’incontro, si potrà conoscere pagina dopo pagina la storia del grande borghese conservatore, seguirà l’intermezzo musicale di Antonio Sgueglia.

Infine ad aprile saranno presentati gli ultimi tre libri insieme ai rispettivi autori. “Tutto questo si perderà” (Aracne editore), di Massimo Occhiuzzo che verrà presentato il 13 aprile da Chiara Di Fede. Il 20 aprile sarà la volta “Gli Ossola: Franco Luigi Aldo”, (Macchione edizione) scritto a tre mani da Franco Giannantoni, Franco Ossola jr, Flavio Vanetti, che ripercorrano la storia di tre fratelli, tre campioni tra pallone e canestri. Franco fu protagonista del Grande Torino, il secondo passò dal basket al calcio, l’ultimo diventò il regista di una delle più grandi squadre italiane di pallacanestro. Il giornalista Flavio Vanetti, insieme ad Angelo Pugliese e Giovanni Del Giaccio, ci racconterà come è nata l’idea di questo libro. Infine il 27 aprile a Per Bacco che libro si parlerà di “Tira fuori l’anima”, (Europa Edizioni), il libro di Assunta Gneo al suo esordio letterario. L’autrice di Latina dedica il suo libro interamente alle donne e alle loro battaglie, all’energia sempre nuova a cui bisogna attingere per farcela. A moderare l’incontro Anna Silvia Angelini (Associazione AIDE), seguirà l’esposizione di pitture di Milena Petrarca.