Seguici su

Cerca nel sito

8 marzo, Montino: “Auguri a tutte le donne di #Fiumicino”

Il Sindaco: "Sono il motore e il cuore della città"

8 marzo, Montino: “Auguri a tutte le donne di #Fiumicino”

Il Faro on line – “Auguri di buon 8 marzo a tutte le Cittadine e alle straordinarie dipendenti del Comune di Fiumicino. Oggi si celebra la Festa della Donna, un momento importante che ricorda la manifestazione delle donne di San Pietroburgo contro lo zarismo. Il mio pensiero l’ho espresso più volte anche in passato, sia con le parole che con i fatti. Ritengo la donna il motore e il cuore della Società e della nostra Città. In questi 4 anni abbiamo messo in atto diverse iniziative, per potenziare e valorizzare la presenza femminile all’interno della nostra Amministrazione, e per sensibilizzare i cittadini al rispetto della donna, con un occhio sempre puntato a quanto di brutto e tragico, purtroppo, avviene nel mondo” – lo dichiara in una nota il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

Sogno un mondo in cui la donna non subisca violenze e non sia penalizzata dal punto di vista lavorativo. Noi, nel nostro piccolo, stiamo lavorando per questo. La ‘parità’ va sostenuta ogni giorno, sul campo. Abbiamo una Giunta con quote rosa importanti, una Presidente del Consiglio comunale donna; un assessorato alle Pari Opportunità che ha organizzato in questi anni appuntamenti e campagne di sensibilizzazione; abbiamo aderito alla Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, alla Convenzione internazionale “No More”, la Convenzione nazionale contro la violenza maschile sulle donne – femminicidio; al progetto “Tacchetti rossi” con la partecipazione anche delle scuole, abbiamo dichiarato la nostra disponibilità, come Comune di Fiumicino, a costituirci parte civile nei procedimenti giudiziari relativi a violenza sulle donne per fatti accaduti sul territorio”.

“Con la mente proiettata al futuro e alla prosecuzione, nonché al potenziamento di tali progetti, rinnovo gli auguri a tutte le nostre concittadine e alle nostre dipendenti” – conclude il primo cittadino.