Seguici su

Cerca nel sito

La #Cina punirà gli insulti ai martiri e agli eroi comunisti

Già presentata la bozza di legge alla sessione parlamentare in corso.

La #Cina punirà gli insulti ai martiri e agli eroi comunisti

Il Faro on line – Danneggiare la reputazione degli eroi e dei martiri comunisti cinesi potrebbe diventare un illecito civile in base alla bozza di un pacchetto normativo in discussione a Pechino: una misura in linea con gli indirizzi del Partito comunista che darebbe minori spazi all’interpretazione di vicende storiche. Il provvedimento è stato depositato circa una settimana fa, all’inizio del Congresso nazionale del popolo, e sarà discusso in settimana nell’ambito della sessione annuale parlamentare cinese che si chiude mercoledì.

Chiunque danneggi il nome, il ritratto, la reputazione e l’onore degli eroi e dei martiri, urtando così il pubblico interesse, dovrà risponderne in base alla responsabilità civile”, recita l’ultima bozza che ha raccolto i suggerimenti dei delegati del congresso, riferisce l’agenzia Nuova Cina.

Su accademici e intellettuali è salita negli ultimi anni la pressione del Pcc affinché si aderisca alle letture ufficiali piuttosto che a quelle personali, mentre negli ultimi mesi, funzionari di vertice e addirittura il ministro dell’Istruzione hanno messo apertamente in guardia sulla spinta revisionista che “macchia” il partito e che ora potrebbe sfociare in un comportamento da sanzionare legalmente.

A gennaio un professore, ad esempio, è stato costretto al ritiro per aver criticato Mao Zedong, mentre uno scrittore è stato riconosciuto colpevole del reato di diffamazione per aver sfidato la verità dei famosi racconti dei soldati del Pcc che si immolarono in battaglia contro le forze d’invasione giapponesi.

Quella dell’attacco agli “eroi” del Pcc è una costante che segue il partito fin dalla presa del potere del 1949. Poco dopo la scalata alla leadership del presidente Xi Jinping, un ufficio di vertice del partito diffuse il “Documento n.9”, un comunicato interno che denunciava come il rischio del riesame della storia avrebbe potuto minare “la legittimità del dominio politico di lungo termine del Pcc”.

Insomma, una minaccia agli assetti e alla stabilità da scongiurare a tutti i costi. Negli ultimi anni, Xi ha posto l’enfasi sulla disciplina ideologica, mentre c’è stata l’indicazione ai professori a non “insegnare” i valori occidentali, ma quelli “più cinesi”.

“Secondo i delegati del Congresso, alcune persone hanno maliziosamente diffamato e insultato eroi e martiri attraverso la distorsione della verità e la calunnia, danneggiando il pubblico interesse e causando un impatto negativo sulla società”, ha aggiunto la Nuova Cina.