Seguici su

Cerca nel sito

#Australia, coccodrillo attacca un giovane tuffato per scommessa

Dopo essere stato azzannato al braccio sinistro, è riuscito a respingere il rettile a pugni sul muso con l'altro braccio.

Australia,  coccodrillo attacca un giovane tuffato per scommessa

Il Faro on line – Si era tuffato in acqua per scommessa con gli amici dopo una festicciola a base di bevute sul molo di un fiume infestato da coccodrilli nel nordest dell’Australia, ed è fortunato a essere vivo dopo essere stato azzannato al braccio sinistro, riuscendo a respingere il rettile a pugni sul muso con l’altro braccio. E’ accaduto ieri pomeriggio nel fiume Johnstone presso Innisfail, nel nord Queensland, quando il 18/enne Lee de Paaw aveva raccolto la sfida degli amici di tuffarsi nel fiume.

Il giovane è stato tirato a riva dagli amici ed è ora ricoverato in ospedale dove è stato operato per tentare di salvare il braccio. Intanto le autorità del Queensland hanno recuperato oggi il corpo di un uomo di 35 anni scomparso sabato mentre faceva pesca subacquea da solo 50 km a nord di Innisfail, che si ritiene sia anche vittima di un coccodrillo.

La sua barca era stata trovata ancorata sabato sera, con il fucile a fiocina che galleggiava lì vicino. E’ stata lanciata una ricerca aerea e per mare e il corpo è stato avvistato stamattina. Le indagini iniziali suggeriscono che sia stato attaccato da un coccodrillo e i ranger sono ora a caccia dell’animale, che si crede sia lungo circa quattro metri.

Vi sono stati otto attacchi fatali di coccodrilli e 17 non fatali in Queensland dal 1985. I coccodrilli sono una specie protetta in Australia dagli anni 1970, il che ha portato a un boom della popolazione nel nord tropicale del continente. Poiché i coccodrilli di acqua salata possono vivere fino a 70 anni continuando a crescere fino a raggiungere i sette metri, aumenta anche la proporzione di grandi esemplari.