Seguici su

Cerca nel sito

#salaumberto – Il 21 marzo anteprima nazionale della commedia di Koren “Il Segreto del Teatro ” diretta da Lorenzo Gioielli

Nel cast anche gli attori professionisti diversamente abili dell'Accademia l’Arte nel Cuore

Dal 21 marzo al 2 aprile in scena alla Sala Umberto di Roma la commedia “Il Segreto del Teatro “di Gur Koren, traduzione di Danilo Rana per la regia di Lorenzo Gioielli, prodotta da Alessandro Longobardi per Viola Produzioni,  in collaborazione con l’Accademia l’Arte nel Cuore, una realtà unica al mondo, ideata e presieduta da Daniela Alleruzzo, che cura la formazione artistica di disabili e normodotati sostenendo la loro integrazione nel mondo del lavoro.

Gli interpreti, Alberto BognanniVeruska RossiAlice BertiniLorenzo CaldarozziAlberto FumagalliFrancesco MassaroSilvia Parasiliti Collazzo, sono affiancati sul palco dagli attori diversamente abili Emanuela AnniniValeria AntonucciAjay BisogniLudovica Boccaccini e Alessandro Tiberi.

La commedia racconta la storia di una famiglia di spacciatori di cocaina, madre stilista di abiti da sposa, padre gangster dal cuore d’oro e figlio ipertecnologico a un passo dalla laurea, che si trova di fronte un gravissimo problema: è necessario trasferire un’ingente quantità di droga in Macedonia, ma il corriere normalmente utilizzato è morto per un tragico errore di trasporto. Gli spacciatori decidono di nascondere la sostanza stupefacente nei bauli di una compagnia amatoriale di attori diversamente abili che partecipano a un concorso teatrale, per l’appunto, in Macedonia dove metteranno in scena in scena Romeo e Giulietta. Il loro spettacolo, quindi, verrà prodotto dalla famiglia di spacciatori. Shakespeare, la cocaina, l’amore e la disabilità creeranno una miscela esplosiva, come solo in teatro può accadere. “Abbiamo scelto di far interpretare parte della compagnia di diversamente abili a dei veri diversamente abili, scoprendo che diversamente è un avverbio piuttosto inutile quando si parla della natura degli esseri umani. Siamo tutti diversamente abili e la normalità è soltanto una parola” – spiega in una nota Lorenzo Gioielli.

Questo spettacolo  è la dimostrazione concreta che “dove c’è talento non esistono barriere” – gli fa eco Daniela Alleruzzoda tanti anni siamo impegnati a dimostrare il valore dell’integrazione, il talento e la possibilità concreta di inserimento professionale di attori disabili professionisti. Non è poi una missione così impossibile”.

Dopo aver coprodotto Figli di un Dio minore nella passata stagione  – spiega Alessandro Longobardi, direttore artistico della Sala Umberto –  ho capito che ciò che si considera diverso non lo è se non per la diversa modalità di approcciare le cose, e quindi  il lato umano deve sempre essere a noi presente. Sembra una osservazione banale, ma è quello che mi hanno insegnato i sordi facendo sei mesi di incontri  per la preparazione degli attori”. “Così ne Il Segreto del teatro i diversamente abili dimostrano di essere ottimi attori e che l’integrazione rende tutti più felici.”

Il Segreto del Teatro è una pièce esilarante e scorretta che contrappone due realtà lontane e molto diverse tra loro, che incrociandosi danno vita ad una storia meravigliosa. Da non perdere!

SALA UMBERTO: Via della Mercede, 50 Roma – Tel. 06 6794753 –www.salaumberto.com. 

Info spettacolo: martedì, giovedì, venerdì ore 21, sabato ore 17 e 21, mercoledì e domenica ore 17