Seguici su

Cerca nel sito

#Isis, le mille morti di Abu Bakr al-Baghdadi

Sarebbe stato ferito e ucciso durante un raid aereo ad opera del governo iracheno

Più informazioni su

#Isis, le mille morti di Abu Bakr al-Baghdadi

Il Faro on line – Si infittisce la trama del giallo che circonda le ormai numerose morti del leader dell’autoproclamato stato islamico Abu Bakr al-Baghdadi. I clamorosi “decessi” erano già iniziati nel 2014 secondo cui il giurista della scuola di al-Quaida sarebbe stato ferito e ucciso durante un raid aereo ad opera del governo iracheno , fino ad arrivare alla più recente impresa russa annunciata 16 giugno scorso in cui si riteneva “probabile” la morte del califfo a seguito di un raid aereo a sud di Raqqa in Siria, notizia poi sementita per mancanza di prove.

La nuova svolta . Secondo quanto riferito dalla tv irachena Al Sumaria (emittente che già in passato aveva più volte diffuso notizie riguardo le presunte morti del califfo) fonti interne all’Isis provenienti dalla città di Ninive avrebbero confermato la “definitiva” morte del loro leader.

Secondo l’emittente citando le fonti anonime «Le autorità di Daesh a Tel Afar, diventata la “capitale” provvisoria dell’Isis dopo la caduta di Mosul, hanno annunciato la morte di Baghdadi, senza fornire dettagli, e hanno detto che il nome del nuovo Califfo verrà annunciato presto»

Accanto alla mancanza di prove concrete per ora si affianca la totale assenza di comunicati da parte del canale ufficiale del califfato Al Furgan. Tra le prime analisi circolate si ipotizza che all’indomani della caduta di Mosul, ex storica roccaforte Isis, le fonti anonime che avrebbero diffuso la notizia siano legate alle lotte intestine iniziate ormai da tempo per la guida del califfato.

Per ora i vertici mondiali rimangono cauti e il colonnello Joe Scrocca, direttore Affari pubblici della coalizione contro Daesh dichiara in una e-mail all’agenzia di stampa tedesca “Non possiamo confermare questa informazione, ma speriamo sia esatta”.

Più informazioni su