Seguici su

Cerca nel sito

#Sabaudia, il Comune incontra le associazioni ambientaliste

La consigliera: "Una città con mare, duna, lago e Parco, non può non affrontare con rigore e determinazione le criticità e i problemi ambientali."

Il Faro on line – L’amministrazione comunale ha convocato e ricevuto le associazioni ambientaliste del territorio, per condividere con loro intenti e sinergie per la tutela, valorizzazione e promozione del territorio nei suoi diversi settori. L’incontro, svoltosi nel pomeriggio del 10 novembre, a Palazzo Mazzoni, è stato tenuto dall’assessore all’Ambiente Ennio Zaottini e dal consigliere comunale Francesca Avagliano, i quali, dopo aver ascoltato le attività e gli ambiti di azione di ogni singolo partecipante, hanno condiviso con gli stessi quelle che sono le linee programmatiche dell’Ente comunale.

 

L’Ambiente è senza dubbio uno dei settori che sta più a cuore a questa amministrazione – ha esordito il consigliere Avagliano –. Una città come Sabaudia, con mare, duna, lago e Parco, non può non affrontare con rigore e determinazione le criticità e i problemi ambientali e non può prescindere, nell’attività politica e amministrativa, dal coinvolgimento delle associazioni che da anni operano sul territorio, a sua salvaguardia e promozione”.

 “È necessario trovare sinergie e fare sistema affinché ognuno possa dare il suo contributo – ha continuato l’Assessore Zaottini –. Dal canto nostro abbiamo tutta l’intenzione di aprirci a proposte e progetti da implementare in maniera congiunta con gli altri attori operanti sul territorio. A tal fine ritengo auspicabile la redazione di un calendario con la definizione di una progettualità specifica per l’intero settore. Unendo le forze si possono creare opportunità per la cittadinanza, con particolare riguardo alle nuove generazioni e agli studenti della scuola primaria e secondaria”.

La promozione e lo sviluppo di una cultura del rispetto dell’ambiente, è stato uno dei temi principalmente affrontati durante l’incontro, rilevata l’esigenza informare i cittadini affinché possano farsi essi stessi promotori di comportamenti sani e rispettosi.

Si è parlato poi di inquinamento delle acque del lago, di erosione costiera e ripascimento, dell’abbandono dei rifiuti sulle dune o nel parco, del problema degli incendi, dell’utilizzo dei pesticidi in agricoltura e delle microplastiche nelle acque del mare. Molto sentito il problema dell’Eternit, che l’amministrazione e l’assessore hanno già preso in considerazione con tutta una serie di iniziative. Tra le altre problematiche affrontate dagli intervenuti, anche quelle relative ai condoni (in estremo ritardo) il Pua (da realizzare entro la prossima stagione balneare), le antenne della telefonia mobile (prevista una mappatura generale del territorio), l’inquinamento acustico e il problema dell’ampliamento del porto di Anzio.