Seguici su

Cerca nel sito

I convocati per i prossimi Europei invernali, Butini, ‘Un campionato diverso, ma siamo leader’

Non ci saranno né Detti né la Di Pietro. Alla ricerca di un nuovo capitano, senza Magnini. Il gruppo c’è e sta crescendo. Tappa intermedia verso Glasgow 2018

I convocati per i prossimi Europei invernali, Butini, ‘Un campionato diverso, ma siamo leader’

Il Faro on line –  Si svolgeranno da 13 al 17 dicembre, i Campionati Europei in vasca corta, a Copenhagen. In questa edizione invernale del torneo continentale, gli azzurri che scenderanno in piscina sono 36.

Tra di essi, non ci saranno né Gabriele  Detti, né Silvia Di Pietro. Come indica la notizia diffusa dal sito ufficiale della Fin, il Dt Cesare Butini ha deciso di portare in Svezia, un gruppo nutrito di atleti che per diversi motivi e ambiti, ha dimostrato di meritare la convocazione.

Lo ha fatto Niccolò Bonacchi, che ha firmato un tempo importante, fermandosi ad un solo centesimo dal tempo limite. Thomas Ceccon e Ilaria Cusinato, insieme a Fabio Lombini partecipano al progetto federale, che ha come scopo la crescita dell’esperienza internazionale di atleti di prospettiva. Per completare le staffette, sono stati chiamati ad indossare la cuffietta azzurra, Andrea Vergani, Aglaia Pezzato e Lucrezia Raco.

Saranno allora 21 uomini e 15 donne, a scendere nella piscina dei 25 metri, dell’impianto della spettacolare e immensa Royal Arena. Sarà una Nazionale che guarderà al futuro.

Di seguito, le dichiarazioni di Cesare Butini, come indicato dal sito ufficiale della Federazione Italiana Nuoto. A seguire, tutte le informazioni tecniche, riguardanti la Delegazione azzurra.

“La nazionale ha dimostrato concretamente negli anni di essere tra i movimenti leader in Europa, pertanto la Federazione Italiana Nuoto ha individuato dei criteri per l’acquisizione dei pass continentali che garantiscano la presenza in finale – sottolinea il dt Cesare Butini – il campionato europeo di Copenhagen in vasca corta apre la stagione e rappresenta una tappa intermedia, probante e prestigiosa, del percorso che ci porterà ai campionati europei in vasca lunga di Glasgow, obiettivo principale del 2018, peraltro di formazione e consolidamento verso le Olimpiadi di Tokyo 2020. La squadra è stata definita per raggiungere risultati importanti, ma sarebbe sbagliato avere come riferimento l’edizione di Netanya 2015 con tutte le staffette sul podio. Il medagliere sarà sicuramente condizionato dalle assenze per infortunio di Gabriele Detti e Silvia Di Pietro, che inciderà anche sulle prestazioni delle staffette, e dalla conferma di Federica Pellegrini di non cimentarsi nei 200 stile libero. Sarà un campionato diverso dal solito anche per il ritiro di Filippo Magnini, con il gruppo che dovrà dimostrare maturità nella scelta di un nuovo capitano. La squadra sarà formata da 36 atleti, convocati in base a tempi limite e diritti acquisiti ai mondiali di Budapest, che saranno iscritti solo alle gare in cui dispongono il pass. Tra loro figurano anche tre atleti, nati tra il 1998 e il 2001, che sono stati convocati per velocizzarne il processo di crescita esperienziale e che nuoteranno in più distanze”.

Campionati europei in vasca corta, Copenhagen 13-17 dicembre

Impianto temporaneo nella Royal Arena, capienza 6.500 spettatori

Iscritti 700 nuotatori in rappresentanza di 45 paesi

Seguono gli atleti italiani convocati (36 / 21 uomini e 15 donne)

Domenico Acerenza (CC Napoli)

Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi)

Thomas Ceccon (Leosport Villafranca)

Piero Codia (Esercito / CC Aniene)

Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto)

Simone Geni (Uisp Bologna)

Fabio Lombini (De Akker Team)

Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro / NC Brebbia)

Filippo Megli (Florentia Nuoto Club)

Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino)

Lorenzo Mora (Fiamme Rosse)

Marco Orsi (Fiamme Oro / Uisp Bologna)

Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopenuoto)

Luca Pizzini (Carabinieri / Bentegodi)

Metteo Rivolta (Fiamme Oro)

Simone Sabbioni (Esercito / Swim Pro SS9)

Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto)

Luca Spinazzola (Unicusano Aurelia Nuoto)

Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno)

Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre)

Lorenzo Zazzeri (Esercito / Florentia Nuoto Club)

Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91)

Martina Carraro (Fiamme Azzurre / Azzurra 91)

Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Insubrika)

Ilaria Cusinato (Fiamme Oro / Team Veneto)

Elena Di Liddo (CC Aniene)

Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene)

Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene)

Federica Pellegrini (CC Aniene)

Aglaia Pezzato (Esercito / Team Veneto)

Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli)

Alessia Polieri (Fiamme Gialle / Imolanuoto)

Simona Quadarella (Fiamme Rosse / CC Aniene)

Tania Quaglieri (Sea Sub Modena)

Lucrezia Raco (CC Aniene)

Silvia Scalia (CC Aniene)

Lo staff tecnico sarà composto, oltre che dal dt Cesare Butini, dai tecnici federali Stefano Morini, Matteo Giunta, Gianni Leoni, Claudio Rossetto, Fabrizio Bastelli, Stefano Franceschi, dai tecnici Cesare Casella, Marco Pedoja e Christian Minotti, dal tecnico video analista Ivo Ferretti, dal medico federale Lorenzo Marugo, dai fisioterapisti Stefano Amirante, Emiliano Farnetani e Marco Morelli.

Lo staff federale sarà formato dal presidente Paolo Barelli, dal capo delegazione Roberto Del Bianco, dal coordinatore dei settori agonistici Marco Bonifazi, dalla responsabile delle relazioni esterne Laura del Sette, dall’addetto stampa Massimo Cicerchia, dal coordinatore amministrativo Massimo Rella.

Foto : Federnuoto.it