Seguici su

Cerca nel sito

Strada argine a Fiumicino, ci siamo quasi, ma il sopralluogo è… a numero chiuso

La protesta del Comitato spontaneo Isola sacra: "Nessuno dal Comune ha ritenuto di coinvolgerci, una dimenticanza grave".

Fiumicino – “E’ stata davvero una scortesia grande non essere stati invitati al sopralluogo sulla strada argine, la stessa che dovrebbe una volta finita mettere in sicurezza la zona in cui viviamo, la stessa per la quale ci stiamo battendo da anni, la stessa – peraltro – che abbiamo visto all’inizio del cantiere in un precedente sopralluogo dove invece eravamo presenti”. C’è grande amarezza nelle parole del presidente del Comitato Spontaneo Isola Sacra, Fabrizio Pagliuca, dopo il sopralluogo fatto dal sindaco insieme ai rappresentanti di tutti gli enti interessati all’opera, dalla Regione all’Autorità di Bacino.

Non è una questione di mera visibilità – spiega Pagliuca – ma di opportunità di capire bene a che punto siamo, una possibilità di interloquire e fare domande, aiutare a terminare adeguatamente un percorso già iniziato.

Siamo stati utili – prosegue Pagliuca – anche in altri momenti di questo percorso, e alcune nostre sollecitazioni sono state accolte e rese operative. Allora perché tagliarci fuori dall’ultimo step, quello più importante, quello che prelude al completamento dell’opera? Non capiamo quale strategia ci sia dietro… E se per caso non c’è alcuna strategia ma una mera dimenticanza, fa altrettanto male, perché quando c’è da pagare l’Imu sui terreni nessuno di dimentica della nostra esistenza”.

Foto fornita dal Comitato