Seguici su

Cerca nel sito

Severini: “Via Foce Micina come una piscina dopo ogni pioggia. Non è accettabile” foto

"Mi farò promotore presso l'attuale assessore di un incontro per arrivare a superare i disagi".

Fiumicino – “Ieri, su segnalazione degli abitanti di via Foce Micina, mi sono recato sul posto: la situazione era di larghi tratti di strada trasformati in piscine. E’ un problema già segnalato, ma che non trova soluzione”. Lo afferma Roberto Severini, capogruppo della lista civica Crescere Insieme

Il punto è che quando piove, probabilmente a causa delle fogne che non assorbono più, e per entrare nella macchina per andare al lavoro bisogna letteralmente mettere i piedi in acqua.

Da circa 10 anni l’Ufficio Lavori Pubblici assicura i cittadini che sarà fatto un intervento risolutivo, ma ad oggi ancora nulla. E’ un problema antico, dunque, che necessità però di risposte. Per questo mi farò promotore presso l’attuale assessore di un incontro per arrivare a superare i disagi.

È evidente che l’accumulo acqua, e i relativi disagi, non si esauriscono con la pioggia ma restano anche dopo giorni. Una situazione che deve essere affrontata una volta per tutte; la qualità della vita dei cittadini non è un bene secondario”.