Seguici su

Cerca nel sito

“Protezione civile, coordinamento comunale inadeguato per le emergenze”

Alfredo Diorio, presidente dell’associazione Nuovo Domani, replica all’assessore Pasquale Proietti

Più informazioni su

Il Faro on line – “A differenza del passato, nel nostro Comune è attivo un nuovo sistema di protezione civile dove il coordinamento è affidato al dirigente della competente area di concerto con il comandate della polizia locale..”
E’ questa la dichiarazione dell’assessore Pasquale Proietti che ha mandato su tutte le furie il presidente dell’associazione Nuovo Domani Alfredo Diorio che ha criticato l’atteggiamento dell’amministrazione sul piano operativo in caso di emergenze. “Ciò che l’assessore vanta come novità, non è altro che una prosecuzione di quello che già esisteva e che ha sempre perfettamente funzionato a differenza di quello attuale che nell’ultimo evento dell’esondazione del Tevere ha evidenziato grossi difetti organizzativi. L’assessore forse non sa, o fa finta di non sapere, che per poter coordinare gli interventi di Protezione civile in questo territorio non basta avere la capacità di scrivere una delibera copiandola dalle disposizioni di legge e non basta essere un semplice dirigente o assessore delegato ma servono capacita tecnico-professionali maturate in anni di esperienza sul campo”.
“Invitando i cittadini a chiamare la Regione Lazio in caso di emergenze – continua – si creano inutili perdite di tempo. Il Sindaco deve garantire sul territorio, mezzi e uomini per i primi e immediati soccorsi e dotarli di una Struttura adeguata. Questo perché la sala operativa della Regione Lazio, ricevuta la chiamata, non fa altro che attivare la struttura più organizzata e disponibile sul territorio del Comune stesso o nei casi più gravi i Vigili del Fuoco”.
“Sembra chiaro – conclude – il tentativo da parte dell’assessore di voler delegittimare l’associazione ma noi, fiduciosi, attendiamo la sentenza del Tar dopo l’udienza di fine gennaio”.

Più informazioni su