Seguici su

Cerca nel sito

No ai campi rom in provincia, mobilitazione permanente

Cerveteri - Giuseppe Onorato assicura: 'Difenderemo la nostra città, patrimonio dell'Unesco'

Più informazioni su

Il Faro on line – «No al campo rom a Casal Bianco» e «Nessun rom nella provincia di Roma». Sono questi i due striscioni che circa 40 attivisti di Forza Nuova hanno esposto questo pomeriggio in piazza Venezia per protestare contro l’allestimento di campi rom in provincia di Roma. «Fn raccoglie il testimone lasciato in campagna elettorale da Alemanno. Tutti i rom – spiega il Leader di Forza Nuova Roberto Fiore presente a piazza Venezia – che non sono di cittadinanza italiana devono tornare nei loro stati d’origini compresi quelli che vengono dalla Romania, anche per loro ci sono motivi per l’espulsione anche se comunitari. In questo modo – aggiunge Fiore – risolveremmo l’80% della questione. Abbiamo sempre avuto una popolazione rom italiana, ma sono pochi e quasi integrati. Il problema sta nei numeri, oggi, enormi, folli, quando sono pochi si possono integrare come gli italiani». Contro la creazione dei nuovi campi attrezzati in alcuni comuni della provincia, Fiore annuncia «mobilitazione permanente».
«È l’unico modo – dice – per spaventare i politici. Alemanno è andato in Campidoglio con la promessa di allontanare i rom. Il 22 si saprà dove saranno sistemati e saremo in grado di mobilitare la gente in modo continuativo come è accaduto alla manifestazione a Guidonia fatta insieme ai comitati locali». Il responsabile di Fn di Guidonia, Gaetano Micheloni afferma che «Casal Bianco sorgerebbe a soli 2 km dal campo di via di Salone e a ridosso delle case dove non ci sono le strutture, ospedali, case e presidi polizia e che a Guidonia Fn alle ultime amministrative ha preso l’1,2%».
«Dal 22 saremo in guerra e mobiliteremo le zone interessate» assicura Fiore, mentre il responsabile della sezione di Cerveteri, Giuseppe Onorato ricorda che «alle ultime amministrative abbiamo preso il 3% e la mobilitazione sarà sicura. Cerveteri è patrimonio Unesco».

Più informazioni su