Seguici su

Cerca nel sito

Telefono Rosa: ‘Violenza sulle donne vergogna non solo di Roma’

Il Faro on line - «Gli stupri e la violenza ai danni delle donne non sono un problema solo della capitale, ma una vergogna che attanaglia tutta l'Italia e contro cui non si fa abbastanza nè dal punto di vista legislativo nè dei servizi di assistenza e prevenzione. In Italia le donne morte ammazzate sono un numero spaventoso; le donne che subiscono violenza domestica anche». Lo dichiara il presidente di Telefono Rosa, Maria Gabriella Moscatelli, in riferimento alla serie di stupri che ha colpito la capitale.

«Ricordiamoci - aggiunge la Moscatelli - che il luogo più pericoloso per le donne resta la famiglia, non la strada. Senz'altro molto di più va fatto nei quartieri dove la gente è ormai allo stremo per paura e insicurezza, ma la violenza sulle donne è un scempio che va fermato soprattutto in Parlamento (va approvata la legge sullo stalking subito non a giugno!), nei tribunali con pene adeguate e aiutando chi può e deve lavorare per il recupero del violento».

«Dalle 55 denunce di violenza sessuale del 2007 - conclude il presidente del Telefono Rosa - riscontrate in Italia siamo passati alle 78 del 2008. Va sottolineato anche che, il dato della denunce agli organi di polizia delle donne che hanno subito violenza, secondo quanto rilevato dal nostro osservatorio associativo, continua ad essere drammaticamente basso (circa il 10%). E ci chiediamo come potrebbe migliorare dopo le sentenze nelle quali sono state concesse assurde attenuanti agli stupratori...»

Più informazioni su

Più informazioni su