Seguici su

Cerca nel sito

XIII municipio, polizia di stato e polizia municipale insieme contro l’immigrazione clandestina

Ostia - Soddisfato il delegato Amerigo Olive: "Gran lavoro delle forze dell'ordine e tanta collaborazione dei cittadini"

Più informazioni su

Il Faro on line – Vasta operazione delle forze dell’ordine nel territorio del XIII municipio che tra la scorsa notte e questa mattina hanno effettuato una serie di interventi e controlli contro l’immigrazione clandestina, lo sfruttamento dell’immigrazione e la violazione del codice della strada. La polizia municipale, in particolare, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso il comando di via Capo delle Armi, ha illustrato le fasi che hanno portato ad alcuni provvedimenti giudiziari.


Gli uomini della municipale sono interventi nell’entroterra, partendo dalle indagini iniziate a seguito di un incidente stradale avvenuto lo scorso 17 gennaio in via del Martin Pescatore dove, angolo via Ibico due vetture si erano scontrate. In quell’occasione, il conducente di una Mercedes grigia si era dileguato. Sono iniziate le ricerche per l’identificazione dell’uomo, un egiziano che è risultato essere residente ad Acilia, in via Giuseppe Molteni. Ed è qui che questa mattina verso le 7 si sono recati gli uomini della polizia municipale coordinati dal comandante Marco Giovagnorio che ha definito la mattinata “lunga e intensa”. I vigili non hanno trovato il responsabile dell’incidente ma hanno trovato altri sei cittadini egiziani che vivevano in un locale
fatiscente di circa 40 metri quadri, le cui condizioni igienico-sanitarie erano più che precarie. Due di loro hanno regolare permesso di soggiorno mentre gli altri quattro sono risultati clandestini e per questo motivo
sono stati sottoposti ai controlli di rito per il decreto di espulsione.
Da questo episodio è partito un altro filone di indagini per accertare l’identità del proprietario dell’immobile e in questo senso si ipotizza il reato di favoreggiamento di immigrazione clandestina.


Negli stessi momenti, si svolgeva un’operazione congiunta polizia di Stato-polizia municipale per l’individuazione di alcuni insediamenti abusivi nella zona dell’Infernetto. Come ha avuto modo di illustrare nel corso della conferenza stampa l’ispettrice Zuccarello, in rappresentanza del primo dirigente del commissariato lidense Vincenzo Vuono, sono tre le baracche individuate in via Umberto Giordano; altre sei sono state trovate in via della Cacciuta e in via del Martin Pescatore. In totale sono state identificate sette persone tra cittadini rumeni ed egiziani. Tutti gli insediamenti sono stati resi inagibili dai vigili. Per quanto riguarda i
controlli stradali, sono 49 i veicoli controllati. Quattro le sanzioni comminate ad altrettanti automobilisti che non avevano osservato l’obbligo della cintura di sicurezza; cinque le persone sprovviste di bollino blu;
sei quelle inottemperanti l’articolo 180 relativo ai documenti di guida; un automobilista è stato invece sorpreso alla guida con il telefono cellulare. Ventisei complessivamente i punti decurtati dai vigili.


In totale sono stati 25 gli uomini, tra poliziotti e vigili che hanno operato nella mattinata di ieri. “Le operazioni di questa mattina – ha affermato l’assessore delegato alla polizia municipale Amerigo Olive – è frutto non soltanto della costante opera degli uomini della municipale ma anche della preziosa collaborazione dei cittadini che quotidianamente ci segnalano episodi e situazioni ai limiti della legalità“.

Più informazioni su