Seguici su

Cerca nel sito

Erosione sulla costa: Comitato Salvaguardia di Focene in prima linea

Spagnolo: “L’opera di bonifica e di costruzione delle barriere che sta avvenendo sugli arenili non basta”

Più informazioni su

Il Faro on line – Il fenomeno dell’erosione è purtroppo una delle più grandi problematiche che Focene ha da molti anni. Un fenomeno che allerta la cittadinanza all’approssimarsi delle stagioni invernali, con la paura che prima o poi il mare possa entrare come già successo in precedenza nelle case che sono prossime alla costa. L’impegno del comitato è quello di farsi portavoce di quelle persone che hanno pubblicamente chiesto aiuto per avere maggiori informazioni sull’evoluzione dell’intervento sugli arenili.
“Il comitato – spiega il presidente Alessandro Spagnolo – riceve ogni giorno richieste di delucidazioni immediate su un problema che forse resta uno dei più gravi per la nostra cittadina e non solo. I cittadini che risiedono in prossimità degli arenili hanno paura e non risulta una novità il fatto di trovarsi l’acqua del mare all’interno delle loro abitazioni. L’opera di bonifica e di costruzione delle barriere che sta avvenendo sugli arenili non basta, la forza del mare sovrasta gli sbarramenti e continua il suo lavoro. Abbiamo già chiesto aiuto ad alcune cariche pubbliche presenti nel territorio in modo da poter sensibilizzare la Regione Lazio su di un intervento più celere ed incisivo per ovviare a questo problema. L’impegno è stato prestato dal consigliere William de Vecchis con la promessa di attirare l’attenzione delle cariche pubbliche, dell’assessore all’ambiente Proietti e dei responsabili della difesa della costa alla Regione Lazio. Quello che si chiede con celerità è un’incontro che possa mettere in luce i  progetti in essere e trovare nel frattempo soluzioni per tamponare la costa in attesa della conclusione delle operazione di sbarramento e ricostruzione degli arenili. Vogliamo inoltre cogliere l’occasione per ringraziare i volontari del Comitato che giornalmente ci sostengono e ci supportano nelle attività di tutela di Focene e dei suoi cittadini”.

Più informazioni su