Seguici su

Cerca nel sito

Roma Capitale, audizione in Provincia per i presidenti di Municipio

Gli interventi di Vizzani e del presidente della Commissione riforme, Cucunato

Più informazioni su

Il Faro on line – «Dopo il via libera del Senato al Ddl sul federalismo fiscale e l’approvazione del decreto su
Roma Capitale, a Palazzo Valentini la parola ai Presidenti dei Municipi sul tema Città Metropolitana. Presenti all’audizione della commissione Riforme Istituzionali della Provincia tutti i presidenti dei 19 Municipi romani». Lo comunica, in una nota, la commissione Riforme della Provincia di Roma. «Ciò che chiediamo – prosegue la nota – è un concreto orientamento al decentramento amministrativo, con la trasformazione del Municipio in un’entità finanziaria e giuridica autonoma e con maggiori competenze – sottolineano Fabio Bellini del XVI Municipio e Augusto Pellegrini Vicepresidente del XVII Municipio».


«Ad oggi nei Municipi, ad un aumento di funzioni e necessità derivanti dal territorio, non è seguito un aumento di risorse» – hanno dichiarato il presidente del XI Municipio, Andrea Catarci e il presidente del XV Municipio, Gianni Paris. Sulla stessa posizione si sono espressi Giacomo Vizzani e Pasquale Calzetta, rispettivamente presidente del XIII e XII Municipio, che hanno ribadito come «l’occasione di Roma Capitale rappresenti un momento per rivedere, oltre le competenze amministrative, anche il giusto dimensionamento di alcune strutture e servizi sul territorio in tema di sicurezza, gestione del patrimonio e delle risorse finanziarie. Roma Capitale , in realtà, rappresenta una grande opportunità non solo per i Municipi, ma anche per i comuni dell’interland che con Roma hanno un rapporto quotidiano».


«Rivendicare maggiore decentramento e semplificazione amministrativa dopo l’approvazione del Senato dell’articolo su Roma Capitale, è oggi riflessione comune di tutte le parti politiche impegnate nel processo di riforma» – queste le parole del presidente della Commissione Riforme, Piero Cucunato  (nella foto), durante l’audizione a Palazzo Valentini – Un confronto e un parere sul tema delle riforme è auspicabile all’interno dei Consigli Municipali per due motivi. Primo, perché un’ integrazione funzionale sulle nuove competenze come la mobilità, la viabilità e l’urbanistica è un tema che riguarda il territorio, secondo perché semplificazione amministrativa e razionalizzazione dei costi significa poter investire risorse su servizi come la sicurezza, l’ambiente e i servizi alle persone, necessari per lo sviluppo della nuova entità amministrativa”.


“Condivisa da molti presidenti dei Municipi è l’opinione di guardare al di là dei confini del raccordo anulare, concetto sottolineato da chi ha già con i comuni limitrofi rapporti quotidiani – sostiene il Presidente del XIX
Municipio, Alfredo Milione e Alfredo Arista, in rappresentanza del IV Municipio – L’area vasta potrebbe semplificare i rapporti quotidiani su più competenze e funzioni e risolvere le diverse problematiche oggi gestite da singoli comuni«. »Sarà fondamentale trovare una condivisione nella scelta della dimensione dell’area vasta, più che nella gestione e attribuzione delle competenze – conclude il presidente della commissione Riforme per Roma Capitale e la Città Metropolitana, Piero Cucinato – scelta che deve rappresentare al meglio i bisogni e le esigenze, il ruolo e l’autonomia della città e dei futuri comuni metropolitani”.

Più informazioni su