Seguici su

Cerca nel sito

Grassi, arriva il reparto di Cardiologia Interventistica

Ostia – La struttura è stata finanziata con i fondi regionali. Taglio del nastro il 2 febbraio

Più informazioni su

Il Faro on line – Si prospetta una nuova era per gli infartuati del litorale. Il 2 Febbraio alle ore 15.00, nella Sala “Luigi Sinibaldi” dell’ospedale G.B.Grassi, si svolgerà l’inaugurazione di Cardiologia Interventistica.
Alla presenza del Presidente della Regione Lazio, on. Piero Marrazzo e del Direttore Generale della Asl RomaD, dott.ssa Giuseppina Gabriele, che apriranno gli interventi, il Prof. Fabrizio Ammirati, Primario dell’UOC Cardiologia del Grassi, esporrà la nuova attività spiegandone le caratteristiche  innovative. Una novità importante soprattutto per il territorio del Litorale di Ostia a cui mancava questo tipo di possibilità.
L’infarto del miocardio, infatti, è causato da un’ostruzione acuta di un’arteria coronaria con interruzione del flusso del sangue e successiva sofferenza e morte del muscolo cardiaco alimentato dall’arteria che si chiude. La prima ora dall’insorgenza dell’infarto miocardico acuto è di fondamentale importanza in quanto determina la prognosi del paziente che può morire di morte improvvisa o riportare un danno al cuore irreparabile che esita in uno scompenso cardiaco e che rende il paziente invalido e bisognoso di cure costanti nel tempo con alti costi sociali ed economici. La terapia più efficace è l’angioplastica che consente di riaprire la coronaria occlusa e ripristinare un flusso ematico normale. Più precocemente si effettua questa procedura e meno danni si producono al cuore. Fino ad oggi i pazienti afferenti al G.B. Grassi provenienti dal vasto territorio di riferimento non potevano usufruire di un tale trattamento se non con trasferimento in ambulanza presso altri Ospedali che, per quanto rapido, era soggetto ad una “lotta contro il tempo” spesso indipendente dalla pur ottima organizzazione. Da oggi, con l’attivazione di una Sala di Cardiologia Interventistica, è possibile eseguire la procedura di riapertura del vaso presso l’UOC Cardiologia del G.B. Grassi migliorando in tal modo l’assistenza ai malati affetti da malattia coronarica con maggiore appropriatezza, senza disagi per gli stessi e con risparmio sui costi.
Dopo gli interventi, che si svolgeranno alla presenza della  Stampa, dei Direttori UU.OO.CC. Ospedale G.B. Grassi e del Direttore Sanitario, Dr. Lindo Zarelli, della Maestranza dell’Ospedale G.B. Grassi (Medici, Infermieri e Ausiliari), dei Primari Cardiologi della Regione Lazio e dei  Presidenti delle Società Scientifiche Cardiologiche del Lazio, ci sarà un breve rinfresco ed un brindisi con i presenti ed infine, verrà mostrata al Presidente Marrazzo la Sala di Cardiologia Interventistica in cui si opererà.
Il reparto è stato finanziato con fondi regionali per una somma di 1.400.000,00 euro. Il laboratorio di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione permetterà di implementare l’attività di cura delle aritmie cardiache per la popolazione afferente al G.B. Grassi. Infatti la terapia elettrica delle aritmie (defibrillatore impiantabile, pacemaker, ablazione delle aritmie) rappresenta un settore avanzato e cruciale della cardiologia moderna. La costituenda camera operatoria sarà dotata di attrezzature utili per studiare e curare le malattie coronariche come l’infarto del miocardio mediante coronarografia, angioplastica, etc. Poter disporre di una moderna camera operatoria permetterà di aumentare la sicurezza e l’efficienza delle cure ed il numero di pazienti da poter curare evitando ai cittadini del Territorio che afferiscono all’Ospedale Grassi di essere trasportati in altri luoghi di cura.

Più informazioni su