Seguici su

Cerca nel sito

Aeroporto di Fiumicino: per Pasqua 100 mila passeggeri al giorno

Traffico aereo e puntualità in aumento nei primi tre mesi del 2010

Più informazioni su

Il Faro on line – Continua nel corso del 2010 la ripresa del traffico aereo per il sistema aeroportuale romano (Fiumicino e Ciampino), confermando la tendenza già evidenziatasi nella stagione winter del 2009. Nei primi tre mesi dell’anno (1° gennaio – 31 marzo), gli scali capitolini hanno registrato un aumento del traffico passeggeri del 7,4 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. In particolare evidenza, il segmento Internazionale extra Unione Europea, cresciuto del 18,9 per cento rispetto al +8,1 per cento di quello UE ed al +0,2 per cento del traffico domestico.

Per quanto riguarda nello specifico il solo scalo di Fiumicino, il cui traffico passeggeri è cresciuto dell’8,4 per cento, trainano lo sprint i viaggiatori del settore internazionale con un + 14,2 per cento. La componente UE del flusso fa registrare un + 9,7 per cento, ma la miglior performance di crescita dell’aeroporto riguarda il segmento extra UE con un + 20,9 per cento. In quest’area il load factor complessivo si è attestato al 64,8 per cento con + 5,7 punti percentuali.

La crescita del Leonardo da Vinci è stata supportata anche da un aumento del coefficiente di riempimento degli aeromobili (load factor), che si è attestato al 60,9 per cento con un aumento di 4,1 punti rispetto al 2009.

L’hub di Fiumicino presenta dunque valori di traffico in crescita e si prepara alla Pasqua puntando anche sul miglioramento della qualità. Tutti gli indicatori del livello di servizio sono in aumento, anche per effetto degli interventi recentemente attuati in pieno coordinamento con l’Enac.

Tra il primo gennaio e il 31 marzo, la puntualità dei voli in partenza, è stata pari al 75 per cento rispetto al 65,6 per cento registrato nello stesso periodo del 2009. Al riguardo la Carta dei servizi fissa un soglia del 75 per cento (partenza entro 15 minuti dall’orario schedulato).
 
Nei quindici giorni a cavallo di Pasqua, per l’hub capitolino si prevede un flusso giornaliero superiore ai 100 mila passeggeri e circa 1000 movimenti aerei al giorno, con una stima complessiva pari a circa un milione 300 mila passeggeri.

Fra le tante destinazioni scelte da chi viaggia per il ponte delle festività pasquali, le più “gettonate” in Europa sono – oltre alle “classiche” Parigi, Londra, Barcellona e Madrid – anche Atene, Amsterdam, Ginevra, Lisbona, Praga e Budapest,. A livello internazionale Istanbul, Buenos Aires, Tel Aviv, Dubai e l’intramontabile New York.  Le mete esotiche più richieste sono: Egitto (Sharm el Sheikh, Marsa Alam, Luxor), Tunisia (Djerba, Monastir), Kenya (Mombasa), Tanzania (Zanzibar), Maldive e Mauritius.

Nuovi collegamenti e incrementi di frequenza da e per Fiumicino sono già stati attivati dall’inizio dell’anno, mentre altri saranno operativi nel corso della prossima stagione “summer”: Alitalia (Los Angeles, Amman, Vienna e Malaga), US Airways (Charlotte), United Airlines (Chicago), Air Transat (Montreal, Toronto e Vancouver), Qatar Airways (Doha), Air Baltic (Vilnius), Norwegian (Bergen), City Airlines (Gothenburg) easyJet (Dusseldorf), Germanwings (Hannover) e Emirates (Dubai).

Più informazioni su