Seguici su

Cerca nel sito

Al ballerino Julio Bocca e alla Maison Gattinoni il Premio Roma

Milesi: ‘L’evento si arricchisce ogni anno di esperienze uniche e conferma la sua natura internazionale’

Più informazioni su

Il Faro on line – Saranno Stefano Dominella, Presidente della Maison Gattinoni, e il grande ballerino argentino Julio Bocca (nella foto), i vincitori, rispettivamente, del Premio Speciale per la promozione della moda italiana nel mondo e per la danza classica assegnati quest’anno dal Premio Roma. L’annuncio questo pomeriggio presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio da parte del presidente, Aldo Milesi nel corso della presentazione dell’XI edizione del Premio che riscuote oggi un ampio successo internazionale. Presenti al tavolo della Presidenza, oltre al Presidente del Premio Roma Aldo Milesi e al Presidente della Giuria Sergio Campailla, l’Ambasciatore della Repubblica Argentina in Roma, Norma Nascimbene de Dumont, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Roma, Davide Bordoni, il Presidente della Commissione Riforme Istituzionali della Provincia di Roma, Piero Cucunato e il presidente del XIII Municipio, Giacomo Vizzani.

“Il nostro premio – ha detto il dottor Milesi presentando l’iniziativa – ogni anno si arricchisce di esperienze uniche e conferma la sua natura internazionale. Molti sono gli elementi infatti, dal valore delle opere che partecipano, al lavoro della Giuria, ai gemellaggi promossi ogni anno, che concorrono a rendere questo evento uno dei simboli della nostra città e della cultura italiana nel mondo”. Tre le Sezioni del Premio letterario, Narrativa Straniera, Narrativa Italiana e Saggistica, aperto ad autori di opere pubblicate in lingua italiana. I volumi – circa cento lo scorso anno – saranno valutati dalla Giuria presieduta da Sergio Campailla e composta da: Giulio Andreotti, Oliviero Beha, Corrado Calabrò, Vincenzo Cappelletti, Guido Fabiani, Augusto Frasca, Mariapia Garavaglia, Giuseppe Marchetti Tricamo, Gianni Maritati, Mauro Mazza, Aldo Milesi, Luciano Onder, Claudio Petruccioli, Alain Elkann, Francesco Sicilia e Massimo Teodori.

Il Premio Roma si è fatto apprezzare negli anni anche per il ricco e interessante carnet di eventi che propone dal punto di vista degli interscambi culturali che promuove con altre città del mondo. Per questa XI edizione il Premio sarà gemellato con l’Argentina. Il prossimo 9 aprile, infatti, il Presidente del Premio Aldo Milesi, con una folta delegazione, sarà nella capitale Argentina, a Buenos Aires, per presentare l’attuale edizione del Premio presso la sede dell’Istituto di Cultura Italiana, la mattina, e a seguire, in serata, presso la sede dell’Ambasciata d’Italia. Ai due appuntamenti parteciperanno personalità del mondo culturale e politico italo- argentino.

Negli anni scorsi il Premio si è gemellato con Madrid, Parigi, Berlino, Miami, Atene e Vienna. Il tratto identitario nasce dal gemellaggio simbolico costruito di volta in volta e in piena sintonia con il Ministero degli Affari Esteri – spiega Milesi – con città, nazioni ed approdi etnici nei quali il dibattito culturale scandisce da tempi incommensurabili la vita della società umana. La proclamazione delle Cinquine delle opere finaliste delle tre sezioni del Premio avrà luogo il prossimo 8 giugno nella Sala “Pietro da Cortona” in Campidoglio e la Cerimonia ufficiale di consegna dei premi si terrà il 16 luglio nel Teatro Romano di Ostia Antica, durante la serata conclusiva condotta da Paola Saluzzi. La cerimonia si aprirà con una sfilata di moda della Maison Gattinoni e si concluderà con una esibizione di tango argentino ad opera di quattro coppie di ballerini della Compagnia AmarTango, con accompagnamento musicale del Maestro Alejandro Aquilera, patrocinata dall’Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia.

In occasione della presentazione dell’XI edizione sarà attivo anche il nuovo sito del Premio all’indirizzo www.premioroma.it

Più informazioni su