Seguici su

Cerca nel sito

Abbandono dei rifiuti: ecco i divieti e le sanzioni amministrative

Ardea - Il Sindaco Carlo Eufemi: ‘Atto necessario per ottenere il rispetto delle regole’. Multe fino 620 euro

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Sindaco Carlo Eufemi ha firmato un’ordinanza per regolamentare con specifici divieti e relative sanzioni amministrative l’abbandono dei rifiuti, l’utilizzo scorretto o illegittimo dei cassonetti e dei contenitori per la raccolta differenziata.

“Dopo una prima fase di rodaggio che va avanti ormai da diverse settimane – spiega il Sindaco – abbiamo ritenuto opportuno emanare questa ordinanza per ottenere il rispetto delle regole e sanzionare quei cittadini (una esigua minoranza) che continuano a conferire i rifiuti gettandoli sul ciglio della strada o all’interno di cassonetti stradali destinati a contenere altre tipologie di rifiuti, invalidandone così tutto il contenuto. Per chi non rispetta le regole abbiamo previsto sanzioni che saranno accertate dagli agenti della Polizia Municipale che in questi giorni stanno mettendo in atto una serie di controlli a tappeto e a 360 gradi su tutto il territorio. Quello della raccolta differenziata è un progetto ambizioso in tema di cultura ambientale e con la collaborazione fattiva dei cittadini raggiungeremo facilmente gli obiettivi”.

Il documento firmato da Eufemi, nel dettaglio, ordina:

1. Ai sensi dell’art. 54 – comma 2 – del D.lgs. 267/2000 il divieto assoluto di conferimento di qualsiasi tipo di rifiuti al di fuori dei luoghi, tempi e modalità indicate negli avvisi pubblici o reperibili sul sito www.differenzioardea.it;
2.Il divieto di abbandonare sacchetti di immondizia e rifiuti in genere sparsi a terra o nelle immediate vicinanze dei cassonetti stradali per la raccolta differenziata;
3.Il divieto di introdurre nei cassonetti stradali per la raccolta differenziata R.S.U., materiali ingombranti o quant’altro il cui conferimento non è previsto negli stessi cassonetti;
4.Il divieto di abbandono è esteso a tutte le imprese, Enti e attività che depositano, scaricano e abbandonano rifiuti in siti non idonei, nonché a tutte le società e attività che effettuino la raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti in mancanza di autorizzazione, iscrizione o comunicazione prescritte dalla normativa vigente, sia pericolosi che non.

L’inosservanza di tale ordinanza comporta sanzioni severe che vanno da 50 euro a 500 euro.

Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi e/o ingombranti si applica una sanzione che va da 105 a 620 euro.

E’ possibile visionare il testo integrale dell’ordinanza sul sito istituzionale del Comune di Ardea www.comune.ardea.rm.it

Più informazioni su