Seguici su

Cerca nel sito

‘Lo stemma del Comune è nato in un clima di forte apertura politica’

Cini: ‘L'unica imposizione dell'allora sindaco Bozzetto fu la scelta del colore rosso'

Più informazioni su

Il Faro on line – “Fiumicino diventa maggiorenne ma pochi ricordano che lo Stemma del Comune è stato realizzato solo tre anni dopo. Infatti solo dopo un lungo lavoro della Commissione Statuto e Regolamenti fu accolta la mia proposta (allora Consigliere comunale di Alleanza nazionale e governava il ‘comunista Bozzetto’) fu scelto quello che oggi rappresenta il simbolo del nostro Comune”.
Sono le parole dell’esponente del Pd, Roberto Cini il quale ricorda come gran parte del merito debba essere riconosciuto “all’amico Gianni Alessandrelli, meglio conosciuto come fautore dello Sporting Center di Isola Sacra”. Fu infatti Alessandrelli che all’epoca eseguì la bozza definitiva del Gonfalone.
“Il Gonfalone del Comune è stato concesso ufficialmente con Decreto del Presidente della Repubblica il primo agosto 1995 – spiega Cini – e trascritto nel registro Araldico dell’Archivio centrale dello Stato il 28 settembre. Infine nei registri dell’Ufficio Araldico il 13 ottobre. Il fatto che per realizzare un simbolo così importante del neonato Comune di Fiumicino sia stata accettata la mia proposta, ovvero di un Consigliere di opposizione, dà l’idea del clima ‘costituente’ che l’allora Sindaco Bozzetto seppe creare. L’unica simpatica ‘imposizione’, se così si può chiamare, fu quella di variare il colore del drappo del Gonfalone, che nelle bozze prevedeva il verde o il blu, con il rosso”.

Più informazioni su