Seguici su

Cerca nel sito

Partenariato pubblico-privato, Lazio da record

Grazie alla linea D della metropolitana di Roma il Lazio è la regione con il più elevato valore di mercato delle opere bandite in partenariato pubblico privato nel corso del 2009 con quasi 4 miliardi di euro. A fronte di una media regionale italiana di 477 milioni. Al secondo posto si è piazzato il Piemonte con 1 miliardo e 100 milioni di euro. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale SIOP Lazio, il sistema informativo dell’Osservatorio Regionale di Partenariato Pubblico Privato (PPP), promosso dalla Camera di Commercio di Roma in collaborazione con Cresme Europa Servizi. L’Osservatorio ha monitorato il mercato del PPP dal 2002 al 2009 rilevando come con i suoi 4.942 milioni di euro di investimenti il Lazio si collochi per l’intero periodo al terzo posto dopo la Lombardia che ha avviato gare per oltre 8 miliardi e 800 milioni e la Sicilia con oltre 6 miliardi. Mediamente la spesa per il PPP attivata negli 8 anni considerati è stata di 2.255 milioni.

Dal 2002 ad oggi il mercato del PPP nel Lazio è cresciuto con un andamento altalenante dai 45 milioni di euro del 2002 ai 139 milioni nel 2005 e proseguire la crescita, anno dopo anno, fino a toccare il valore record di 3,9 miliardi nell’ultimo anno, grazie come si è detto alla gara per la costruzione e gestione, su proposta del promotore, della Linea D della metropolitana di Roma che da sola vale 3,2 miliardi di euro di investimento. Va, tuttavia segnalato che anche senza questa maxi opere l’ultimo anno risulta comunque quello di massima espansione.

Negli otto anni nel Lazio sono state messe in gara 424 opere pubbliche attraverso forme contrattuali che rientrano nel campo del Partenariato Pubblico e Privato, di cui 248 con importo noto, che sommati portano il valore di mercato a quasi 5 miliardi (4.941.965.177,97 euro). Considerato che nello stesso periodo il valore del mercato dei lavori pubblici attivati nel Lazio è ammontato a poco più di 24 miliardi (24.238.7457,03 euro) fa si che il peso delle gare di partenariato, al netto degli avvisi riguardanti la ricerca di promotori ai sensi dell’art. 153 del D.Lgs n. 163/06, rispetto a quest’ultimo sia stato in media del 3,1% come numero e del 20% come valore economico, contro una media nazionale del 3,4% in termini di numero e del 18% come valore.

Dal lato degli investimenti vi è stato un progressivo incremento della quota del PPP sul totale opere pubbliche, passato dal 2,3% del 2002 (2,3%) al 15,6% del 2006, rallentare nuovamente nel 2007 (8,3%) per poi risalire ancora nel 2008 (12,5%) e proseguire con l’eccezionale quota del 71% nel 2009 per effetto dell’importo record (3,2 miliardi) della gara di project financing di Roma Metropolitane relativa alla costruzione e gestione della Linea D. Va sottolineato che comunque anche al netto della maxi opera la quota delle gare in PPP si assesta comunque al massimo risultato con il 30%. Negli otto anni il valore del mercato del PPP nel Lazio è cresciuto del 1.402% a fronte di un il mercato regionale della sola esecuzione che si è più che dimezzato (-52%), passando da 1,7 miliardi a 813 milioni.
Gianfranco Pecchioli

Più informazioni su

Più informazioni su