Seguici su

Cerca nel sito

Eufemi: ‘Lavoratori a rischio, aprire un tavolo regionale e nazionale’

Ardea – Giordani critica il comportamento di Fanco e Antinucci sulla vicenda Playtex: ‘Hanno abbandonato l'aula senza motivo'

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio comunale di Ardea ha espresso ‘totale sostegno all’iniziativa assunta dai lavoratori della Playtex e dalle organizzazioni sindacali’ in merito alla vicenda che vede a rischio il futuro di 122 lavoratori e delle loro famiglie impiegati presso lo stabilimento del comparto industriale dell’area di Pomezia-Ardea. Il documento discusso e approvato ieri in Consiglio Comunale ha evidenziato “le conseguenti e pesanti ricadute sul livello occupazionale del territorio” e “la forte preoccupazione espressa dalle organizzazioni sindacali per la situazione creatasi”.

“Riteniamo – spiega il Sindaco Carlo Eufemi – ci sia la necessità urgente di aprire un tavolo regionale e nazionale che consenta di affrontare immediatamente la grave crisi dello stabilimento Playtex attraverso  un confronto con gli Enti locali e le organizzazioni dei lavoratori e delle aziende. Il permanere di questa situazione rischia di provocare tensioni sociali e gravi ripercussioni su molte famiglie, per questo chiediamo alle Istituzioni superiori, come la Regione e i Ministri competenti, una presa di posizione per un tavolo volto ad analizzare il grave stato dell’economia locale ed in particolare del comparto industriale di Pomezia-Ardea con le conseguenti e preoccupanti ricadute sul livello occupazionale del comprensorio”.

In merito alla votazione del documento il capogruppo del Pdl Massimiliano Giordani (nella foto) riconferma solidarietà ai lavoratori e dice: “Mi stupisco come ci possano essere politici come Luca Fanco, Ettore Antinucci che abbandonano l’aula nel corso della votazione riguardante il rischio di chiusura degli stabilimenti Playtex che metterebbero in strada centinaia di lavoratori. Lavoratori che producono ricchezza per il paese e il comprensorio. Il Popolo delle libertà – prosegue Giordani – è il movimento più vicino ai lavoratori, chi non è con loro è contro gli ideali del movimento Berlusconiano chi non ha sensibilità per i lavoratori non può appartenere a questo movimento e a questa coalizione consiliare per tanto – conclude Giordani – diffido formalmente i consiglieri Fanco e Antinucci, a parlare in futuro a nome del  gruppo consiliare del Pdl”.
L.Ce.

Più informazioni su