Seguici su

Cerca nel sito

XIII Municipio: la direzione chiarisce i dati sull’assenteismo

Nei mesi di gennaio e febbraio registrato un tasso del 21,57 per cento

Più informazioni su

Il Faro on line – In riferimento a quanto apparso su alcuni organi di stampa, la Direzione del XIII Municipio chiarisce il contesto nel quale viene riportato che il Municipio Roma XIII si caratterizza per un alto tasso di “assenteismo” pari al 21,57%, riferito ai mesi di gennaio e febbraio 2010. Si intende segnalare che  tale percentuale  fornisce in maniera globale il numero delle assenze del personale e che, ove non si individuino e scorporino le assenze  espressamente  previste  da disposizioni di legge e contrattuali, questo può indurre a considerazioni non  giuste dell’operato quotidiano dei dipendenti comunali che fattivamente e positivamente consente l’erogazione del servizio all’utenza del Municipio.
Si ritiene pertanto necessario  portare a conoscenza che tale dato percentuale del 21,57%  comprende  per circa il 4.70% assenze che sono nel rispetto di disposizioni di legge a partire dall’applicazione della Legge 104/92 e del Decreto Legislativo 151/2001, permessi giornalieri richiesti sia dal dipendente diversamente abile, permessi per assistenza a parenti in situazione di disabilità grave, congedi straordinari per assistenza a portatore di handicap grave; permessi per la tutela e sostegno della maternità e paternità e per i minori, interdizione dal lavoro – ispettorato, astensione maternità obbligatoria, congedo parentale, congedo per malattia figlio.
Va inoltre ricordato che sempre questo dato comprende sia le assenze previste nel Contratto Collettivo Quadro per la tutela e l’esercizio della  attività sindacale (distacchi a tempo pieno, permessi giornalieri ed assemblee sindacali) che le assenze  dei dipendenti collocati in aspettativa.
Va depurato, inoltre, il dato complessivo da ulteriori permessi sempre previsti da normative a tutela del lavoratore, quali il giorno di riposo per l’assolvimento di finalità e promozione solidale per donazione sangue Legge 219/2005 , permessi previsti dalle norme contrattuali nazionali  – comparto regioni ed autonomie locali e contratti collettivi integrativi, per il diritto allo studio, particolari motivi personali e familiari, permesso lutto, permessi per convocazione da parte dell’autorità giudiziaria, permessi per concorsi ed esami,congedo straordinario per prestazioni termali Legge 483/1983, le sole assenze per malattia (compresi ricoveri, accertamenti di tipo diagnostico, infortuni, terapie salvavita) rappresentano l’8,50 % del totale, percentuale compatibile e fisiologica in ogni struttura lavorativa.
Con riferimento a queste ultimo dato sulle assenze per malattia si può assicurare che tempestivamente e giornalmente, oltre alla dovuta presentazione della certificazione medica da parte dei lavoratori, sono richieste da parte della Direzione visite di controllo alla competente Asl.

Più informazioni su