Seguici su

Cerca nel sito

‘Occupazione: la Rsu si appella al presidente della Regione’

Ostia - ‘I dipendenti rischiano di perdere il lavoro e i cittadini di veder compromessi i servizi’

Più informazioni su

Il Faro on line – “Quando a rischio è il lavoro anche l’assistenza ai cittadini è compromessa”. La Rsu della Asl Roma D al fianco ai lavoratori e le lavoratrici per la difesa del posto di lavoro e per migliorare la qualità dell’assistenza.
Il 10 maggio scade il contratto per 17 ausiliari con contratto a tempo determinato che operano nell’Ospedale G.B. Grassi. “Ostacoli burocratici e indifferenze – spiega il coordinatore della Rsu Asl Roma D, Eugenio Bellomo – impediscono di dare risposte immediate a lavoratori che rischiano di perdere il loro lavoro e ai cittadini che rischiano di veder compromessi i servizi socio sanitari fin qui erogati. Senza i 17 ausiliari, che rappresentano il 40 per cento del totale, molti servizi non potranno più essere garantiti”.
Martedì una delegazione della Rsu con i 17 lavoratori sono intervenuti al consiglio del XIII Municipio. I consiglieri all’unanimità hanno votato un ordine del giorno che chiede nell’interesse dei lavoratori e della cittadinanza la stabilizzazione dei lavoratori. Sull’altro fronte continua la mobilizzazione dei lavoratori. “Chiediamo al nuovo Presidente della Regione Lazio di mantenere l’impegno della stabilizzazione di tutti i lavoratori precari della sanità iniziando proprio dando una risposta per garantire il lavoro ai 17 ausiliari dell’Ospedale Grassi e per mantenere i servizi per i cittadini del XIII Municipio. Sappiamo che si è appena insediata e che sono quindi necessari dei tempi tecnici per avere il pieno governo, ma è necessario ora un atto di estrema urgenza, per questo continueremo la nostra mobilitazione”.

Più informazioni su