Seguici su

Cerca nel sito

‘Basta polemiche ora solo fatti’

Il monito del Consiglio dei giovani di Nettuno: ‘dobbiamo portare avanti il nostro programma’

Più informazioni su

Il Faro on line – Procede incessantemente il lavoro del Consiglio dei Giovani, che messe da parte le polemiche degli ultimi tempi, ha deciso di ripartire alla grande per il bene della comunità giovanile.
“Le idee sono tante – afferma il Presidente Scalia – le abbiamo messe già nero su bianco sui nostri programmi, che devo ammettere sono uno più bello dell’altro. Adesso però quelle idee bisogna svilupparle una per una e trasmetterle all’Amministrazione. Voglio mettere da parte le polemiche degli ultimi tempi, perché ci stiamo perdendo in chiacchiere. Abbiamo ahimè sopravalutato il nostro ruolo e questo ci ha portato in un vicolo cieco”.
Per ridare slancio al Consiglio, il Presidente Scalia ha deciso di rafforzare la figura del Segretario, che oltre a verbalizzare le adunanze avrà adesso il compito di coadiuvare a tempo pieno il Presidente nello svolgimento delle sue funzioni. L’onore e l’onere di ricopre tale carica è stato affidato a tempo indeterminato a Fabrizio Tomei, scelto dal Presidente per le sue indiscutibili qualità umane e professionali.
“Adesso – continua Scalia – dobbiamo portare avanti il nostro programma. All’ultimo Consiglio ci siamo presi l’impegno di portare avanti almeno tre iniziative, una culturale, una sportiva e una di monitoraggio”
Il Consiglio ha infatti deliberato lo scorso 23 marzo il suo programma annuale. Si è fatto carico di indire per l’anno scolastico 2010/11 un concorso a tema, per stuzzicare la creatività artistica dei nostri coetanei. In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia organizzerà due concorsi a tema, uno di arte visiva  (pittura, disegno, fotografia, scultura, etc) e un altro di scrittura creativa (romanzi, racconti, poesie e poemi) su “L’Italia che vorrei”.
Per quanto riguarda lo sport si è deciso di organizzare dei tornei invernali di pallavolo, basket e calcio, magari coinvolgendo gli istituti di scuola di superiore, e dei tornei estivi di beach volley e beach soccer.
Per chiudere le attività è previsto inoltre un monitoraggio sulla condizione dei giovani, attraverso la somministrazione di quiz nelle scuole o di sondaggi online al fine di raccogliere informazioni sulla reale condizione dei giovani. Budget permettendo, il Consiglio vorrebbe istituire uno “Sportello Amico” dove raccogliere le osservazioni e i suggerimenti dei giovani.
“Salvo spiacevoli sorprese – spiega Scalia -, prevediamo di ottenere dalla Regione Lazio un finanziamento di 4.000 euro. Di tale importo, 2.200,00 euro (il 55% del finanziamento) verranno equamente ripartiti per l’organizzazione delle tre iniziative sopracitate, 600,00 euro (il 15% del finanziamento) verranno utilizzati per spese inerenti la gestione della sede (toner, fotocopie, cancelleria, etc) e 1.200,00 euro (il 30% del finanziamento) per le spese inerenti l’acquisto, la manutenzione e il rinnovo di beni ad uso esclusivo del Consiglio”.
I capigruppo hanno avuto il piacere di discutere con il Presidente del Consiglio Nicola Burrini e l’Assessore alle Politiche Giovanili Roberta Bianchi del regolamento interno, che sarà quanto più simile a quello del Consiglio Comunale, ovviamente tenendo conto delle rispettive competenze.
Nel prossimo consiglio, previsto per la fine di aprile, il Consiglio presenterà le prime idee, compresa la raccolta fondi a favore dell’Unicef. Chiunque voglia contribuire può contattare i consiglieri cercando su Facebook il gruppo “Consiglio dei Giovani di Nettuno” o scrivendo all’indirizzo email ccgnettuno@gmail.com.

Più informazioni su