Seguici su

Cerca nel sito

‘Ladispoli: sos fondi dalla scuola media Melone’

Battilocchi (Pd): ‘dal Ministro tante promesse ma nessun intervento’

Più informazioni su

Il Faro on line – “La scuola Melone è allo stremo”. Con un’accorata lettera indirizzata anche al Ministro per l’Istruzione la scuola media di Ladispoli ha lanciato un appello urgente circa la corresponsione dei fondi di sua competenza che dal 2008 non vengono erogati dal Ministero e ammontanti a ben  267.721,28 euro.
“Solo grazie ai fondi destinati alla scuola dal Comune di Ladispoli per il diritto allo studio, ai contributi volontari dei genitori – spiega il capogruppo consiliare Pd, Roberto Battillocchi – il saldo di cassa al 31 dicembre non è in rosso; solo grazie al mancato pagamento al Comune di Ladispoli da ben tre anni della mensa scolastica dei docenti la scuola ha potuto proseguire nella realizzazione di importanti progetti. Ora però non è più possibile promuovere altre attività didattiche. E questa sarebbe la moderna scuola modello Gelmini?”

“Il mancato accreditamento da parte del MIUR dei residui attivi spettanti alla scuola – si legge nella nota firmata dal Dirigente Scolastico – limita notevolmente le risorse necessarie al funzionamento didattico ed amministrativo tali da compromettere il regolare funzionamento e rendendo impossibile, per l’anno finanziario 2010, il pagamento delle prevedibili e inderogabili spese per la sostituzione del personale assente”.

La scuola lamenta inoltre risorse finanziarie per il 2010 insufficienti per il funzionamento amministrativo e didattico, funzionamento per il quale la scuola ha dovuto utilizzare nel 2009 contributi volontari dei genitori.

“La Direzione Generale del Miur – prosegue la nota – non ha tenuto conto del Regolamento di Contabilità delle scuole né del DM 21 del 2007 che regolamenta i parametri stabiliti dal decreto medesimo con parametri nazionali certi per la determinazione della dotazione finanziaria da assegnare alle scuole, creando in tal modo una situazione finanziaria di assoluta insostenibilità”.

“Sempre dalla nota – prosegue Battilocchi – si apprende che la Direzione Generale del Miur non ha nemmeno coperto la spesa per il pagamento degli stipendi 2009 al personale scolastico inviando una somma inferiore addirittura di oltre 17 mila euro a quanto impegnato. Per poter pagare gli stipendi di dicembre la scuola ha dovuto anticipare il pagamento con la cassa dai fondi contrattuali perché i fondi inviati non sono stati sufficienti”.

Più informazioni su