Seguici su

Cerca nel sito

Furti nei negozi: arrestati tre pregiudicati

Militari dell’Arma in azione tra Acilia, Ostia e Fiumicino

Più informazioni su

Il Faro on line – Finiti in manette tre pregiudicati con l’accusa di furto aggravato all’interno di altrettanti esercizi commerciali.  La prima ad essere arrestata è stata C.V.P. una donna rumena di 21 anni, in Italia senza fissa dimora. Dopo essersi introdotta in un esercizio commerciale in Piazza San Leonardo ad Acilia, fingendo di essere una normale cliente si è avvicinata ai banchi di esposizione di alcuni capi di abbigliamento, li ha prelevati e, dopo averli privati della tacca antitaccheggio, li ha nascosti all’interno della sua borsa. Il gesto non è passato inosservato ad un cliente che ha immediatamente avvertito i carabinieri. Subito sul posto è intervenuta una pattuglia che ha bloccato la ladruncola proprio mente tentava di dileguarsi. La merce rinvenuta all’interno della borsa, del valore di alcune centinaia di euro è stata restituita al proprietario del negozio; la giovane è stata arrestata con l’accusa di furto aggravato.

Poco più tardi, a Fiumicino, nel Centro Commerciale Parco Leonardo, i carabinieri della Stazione di Fregene hanno arrestato H.A. un 19enne bosniaco, in Italia senza fissa dimora. Verso le ore 13.00, il giovane si è introdotto in un negozio di scarpe ed approfittando di un attimo di distrazione delle commesse, ha prelevato due maglie di marca Nike che, dopo averle private delle placche antitaccheggio, le ha nascoste sotto i propri abiti. Il gesto non è passato inosservato al gestore del negozio che ha bloccato il ladro ed ha chiamato i carabinieri. Dopo pochi minuti, i militari hanno raggiunto il centro commerciale dove hanno trovato il ladro ancora con le maglie nascoste. La merce è stata recuperata e restituita al proprietario mentre il giovane è stato tradotto nel carcere di Civitavecchia dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In via Orazio dello Sbirro a Ostia, i carabinieri della Radiomobile hanno arrestato N.G.G. un 22enne di nazionalità romena, in Italia senza fissa dimora che, dopo essersi introdotto in un noto esercizio commerciale, ha prelevato alcuni capi di abbigliamento e, dopo averli privati delle placche antitaccheggio, li ha nascosti sotto il proprio giubbotto. Personale addetto alla vigilanza ha notato il comportamento illecito del giovane ed ha avvertito immediatamente il 112. Dopo pochi minuti è intervenuta la pattuglia che ha bloccato il giovane proprio mentre tentava di fuggire. La merce è stata recuperata e restituita al proprietario del negozio mentre per il romeno sono scattate le manette per furto aggravato.

Più informazioni su