Seguici su

Cerca nel sito

Occupazione all’ordine del giorno dell’osservatorio socio sanitario

Ostia - Il presidente Vizzani invia una lettera al Governatore Polverini

Più informazioni su

Il Faro on line – Diabetologia e situazione dei poliambulatori territoriali. Questi i due argomenti all’ordine del giorno della seduta odierna dell’Osservatorio socio sanitario del municipio XIII. Una seduta, per ovvi motivi, influenzata dalla situazione che si è venuta a creare in questi giorni all’ospedale G. B. Grassi di Ostia, che rischia di perdere 17 operatori/ausiliari, per i quali il prossimo 10 maggio è fissata la data di scadenza del loro contratto. Ed è stato proprio questo l’argomento che ha introdotto i lavori. Nel portare il suo saluto personale, il presidente del municipio XIII, Giacomo Vizzani, ha auspicato la stabilizzazione dei lavoratori ed in proposito, ha annunciato l’intervento dell’amministrazione lidense con una lettera che lo stesso Vizzani ha già inviato al neo Governatore e che rispecchia quanto approvato con un Ordine del giorno consiliare: la richiesta di rinnovo del contratto. Il presidente Vizzani è poi passato ad analizzare i due punti all’ordine del giorno. Sull’aspetto riguardante la diabetologia, il presidente si è soffermato sulle conseguenze che questa patologia comporta e sul susseguente impegno economico che ha definito “irrisorio”. Sulla situazione degli ambulatori territoriali, il presidente Vizzani ha invece voluto evidenziare il problema dei concorsi che riguardano i dirigenti; un tema peraltro che “doveva essere oggetto di incontri precedenti le recenti elezioni regionali. Una questione di correttezza e doverosa alla vigilia del passaggio di testimone”. Alla seduta di oggi, hanno preso parte anche il delegato alla sanità del sindaco Alemanno, Gennaro Del Prete, il direttore sanitario dell’ospedale Grassi, Lindo Zarelli, Maria Laura Mazzara, dirigente Asl RmD, responsabile settore socio-sanitario, numerose associazioni del territorio e il rappresentante Rsu della Asl RmD, Eugenio Bellomo.

Anche l’assessore ai servizi sociali Lodovico Pace si è soffermato sulla questione 17 precari del Grassi. “Un problema peraltro che incide in maniera pesante su una situazione di per sé già deficitaria”. L’assessore Pace ha anche stigmatizzato il problema finanziamenti per quanto riguarda l’assistenza da parte dei servizi sociali. Il delegato del presidente, Riccardo Marinelli, nel suo intervento, ha auspicato la riconferma degli ausiliari del Grassi e, in riferimento alle problematiche legate alla diabetologia, ha fatto riferimento alla necessità di dover ricorrere ad una campagna di sensibilizzazione mirata alla prevenzione. Il perché di una seduta dell’Osservatorio dedicata alla diabetologia, è nei numeri: sono infatti 10mila le persone del territorio affette da questa patologia, vera malattia sociale. “E presumiamo – ha affermato il dottor Angelo Massarelli in rappresentanza dell’Adol – che ve ne siano altre non ufficialmente riconosciute perché affette da altre patologie. Ecco il perché del ruolo importante del medico di famiglia e, per quanto riguarda il paziente, la necessità di una corsia preferenziale negli ambulatori”. Il consigliere Giuseppe Sesa, consigliere delegato per l’opposizione, ha parlato di necessità di affrontare e portare a termine i percorsi avviati dall’Osservatorio, per migliorare la vita dei cittadini. “Servono tavoli tecnici – ha detto Sesa – altrimenti si rischia di restare fermi”. Per il consigliere delegato della maggioranza, Stefano Salvemme “è indispensabile tornare a sedute dell’Osservatorio più specifiche proprio per meglio analizzare ogni singolo tema e do atto al collega Sesa – ha affermato ancora Salvemme – di dover andare nel concreto degli argomenti. Abbiamo qui presenti gli attori principali per poterlo fare e quindi le basi per poter salire i gradini che ci portano al risultato finale”. “Anche la seduta odierna – ha affermato il delegato Marinelli – ha evidenziato l’importanza di questo Organismo che intendiamo migliorare ed è per questo che è nostra intenzione, avviare un percorso con la Asl, sia per quanto riguarda i temi affrontati oggi che tutti gli altri, nell’interesse dei cittadini”.

Più informazioni su