Seguici su

Cerca nel sito

La magia di Eduardo al Teatro delle Muse

Roma - Dal 4 al 16 maggio Napoli milionaria per la regia di Mario Antinolfi

Più informazioni su

Il Faro on line – ‘Napoli milionaria al Teatro delle Muse di Roma. Tre atti di Eduardo De Filippo per la regia di Mario Antinolfi in scena dal 4 al 16 maggio.
“Mi è stato chiesto – spiega Mario Antinolfi – perché, tra le tante opere scritte da Eduardo, avessi scelto proprio Napoli Milionaria. La risposta è che sebbene siano passati oltre 65 anni dalla sua stesura, sebbene il mondo, in tanti campi sia enormemente cambiato, quest’opera resta meravigliosamente attuale.
Paradossalmente, i temi e le problematiche che incontriamo in Napoli Milionaria, li ritroviamo oggi ancora vivi, insoluti, inalterati; sotto alcuni aspetti è come se il tempo fosse congelato, se il mondo si fosse fermato a decine di anni fa.
Miseria, disoccupazione, delinquenza, prostituzione, precarietà, cassa integrazione, e da qui l’arte di arrangiarsi, di trovare diversi lavori contemporaneamente, anche in nero, al fine di sbarcare il lunario per arrivare a fine mese, lavori, talvolta, poco puliti…
Sono gli stessi mali di un post guerra che oggi continuano ad affliggere in modo apparentemente diverso questa nostra società del terzo millennio, problematiche quotidiane che non hanno alcun apporto politico istituzionale, i cui rappresentanti troppo spesso sono in connivenza con la “malavita” che spesso si presenta in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Nel tempo variano tante cose, il modo di parlare, di vestire, di mangiare ed altro; quello che non cambia è la nostra cultura popolare, il nostro modo di essere napoletani, la nostra filosofia di vita.
Nell’opera, è la guerra e la lotta per la sopravvivenza a costituire l’origine della disonestà. Oggi, che viviamo, almeno apparentemente, in un paese in pace, siamo noi stessi ad essere la causa dei nostri mali; viviamo un altro tipo di guerra, altri tipi di conflitti, che si sono creati anche e non solo con l’introduzione della nuova economia monetaria, dove la chiave primaria, apparentemente giustificativa, rimane sempre la sopravvivenza.
Le opere di Eduardo De Filippo non muoiono mai, non passano mai di moda, sono sempre attuali, perché i temi trattati, sviscerati da Eduardo sono gli stessi del nostro quotidiano”.
Dal 4 al 16 maggio 2010
(da martedì al sabato ore 21,00 e la domenica ore 18,00)
Tetaro delle Muse
Via Forlì, 43 – Roma

La Compagnia di “Attori & Company” è diretta da Mario Antinolfi

Gennaro Jovine – Mario Antinolfi        
Amalia, sua moglie – Santa De Santis    
Maria Rosaria,  figlia – Emanuela Caruso        
Amedeo,  figlio – Valerio Di Tella           
Errico ‘Settebellizze’ – Davide Saliva    
Peppe ‘’o Cricco’ – Roberto Villanis           
Riccardo Spasiano, ragioniere – Doriano Rautnik
Federico – Davide Diamare        
‘’O Miezo Prèvete’ – Egidio Manna    
Il dottore – Gennaro Mottola
Il brigadiere Ciappa –     Antonio Abet
Adelaide Schiano – Mariolina Pisciotta
Assunta, sua nipote – Angela De Prisco
Teresa     Chiara Alberti    

Adattamento e Regia, Mario Antinolfi
Musiche Originali: Roberto Antinolfi
Scenografia:  Clara Surro / Costumi : Silvia Morini Atelier- Pomezia
Tecnici Audio-Luci:  Jacopo Jarrach
Assistente alla regia: Romina Iemma
Foto di Scena :  Emanuela Lemme
Scenotecnico Giovanni Receputi

Più informazioni su