Seguici su

Cerca nel sito

In volo con un chilo di cocaina nello stomaco: bloccato allo scalo

Fiumicino - Nonostante i documenti contraffatti viene riconosciuto dai carabinieri e arrestato

Più informazioni su

Il Faro on line – Non è bastato un passaporto guatemalteco, perfettamente contraffatto, ad evitare le manette a E.E.J.A., cittadino venezuelano di 35 anni, trafficante di cocaina, sfuggito alla cattura, nel 2005, nel corso di una importante operazione antidroga. L’uomo continuava ad esercitare, indisturbato, la sua attività di corriere grazie ad una nuova identità che si era procurato con documenti falsi guatemaltechi. Anche se sotto falso nome, non è però passata inosservata la sua stazza: 200 kg di peso. I carabinieri di Ostia hanno individuato l’uomo al suo arrivo all’aeroporto di Fiumicino e lo hanno seguito fino ad una casa sul litorale. Qui il blitz dei militari che al momento della cattura si sono resi conto che l’uomo accusava dolori gastrici. Da un esame radiografico è risultato che aveva ingerito oltre 50 ovuli, contenenti circa un chilo di cocaina. Il ricercato era stato denunciato dagli stessi carabinieri di Ostia nel 2005, insieme ad altri 65 trafficanti di droga che si erano resi responsabili di un imponente traffico tra l’America Latina e l’Europa.

Più informazioni su