Seguici su

Cerca nel sito

‘L’Autorità Portuale è rimasta ferma a tre anni fa’

L’intervento del capogruppo consiliare del Pdl, Dimitri Vitali

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’Autorità Portuale è rimasta ferma a tre anni fa, vivendo di rendita su quanto fatto da Gianni Moscherini. Discordo completamente da quanto affermato da Marco Piendibene, che invece si oppone al possibile commissariamento dell’ente”. E’ quanto dichiara il capogruppo consiliare del Pdl, Dimitri Vitali.
“Ho letto con estrema attenzione la tesi del capogruppo del Partito Democratico sulle questione portuali – continua Vitali – ma devo constatare che siamo agli antipodi. Esistono dati oggettivi contestati dal Ministero alle Infrastrutture, solo alcuni di quelli che il sottoscritto e il Pdl di Civitavecchia vanno denunciando ormai da almeno due anni. I dati sui traffici commerciali, le difficoltà delle compagnie di navigazione e i disagi degli operatori e degli utenti legati ai servizi sono sotto gli occhi di tutti. Per non parlare del modo in cui il presidente Fabio Ciani ha gestito l’Autorità Portuale, più come un segretario di partito che come un manager super partes, rendendolo un ente politicizzato”.
“Le contestazioni del Ministero – incalza il capogruppo del Pdl – sono molto gravi e vanno ben oltre le problematiche economiche. Si tratta di questioni importanti, che potrebbero avere risvolti ancor più pesanti”.
“Politicamente comprendo l’intervento del capogruppo Piendibene – conclude – ma si tratta di una difesa sterile, come fare la guardia ad una latta di benzina vuota. Mi auguro che si ponga fine al più presto al disagio dell’Autorità Portuale. Il grande lavoro di sviluppo di uno dei porti più importanti del Mediterraneo, avvenuto nella gestione precedente legata al nome di Gianni Moscherini, non può continuare ad essere sprecato in questo modo”.

Più informazioni su