Seguici su

Cerca nel sito

‘Prioritaria la scuola all’Infernetto’

Piero Cucunato (Pdl): ‘Una struttura divenuta fondamentale per il territorio’

Più informazioni su

Il Faro on line – “La scuola prevista dall’amministrazione provinciale all’Infernetto è prioritaria rispetto al piano programmatico di edilizia scolastica”. Così in una nota il consigliere provinciale Piero Cucunato riferendo un appunto indirizzato all’assessore alla Scuola della Provincia di Roma e alla Giunta Zingaretti.  
“Oggi l’iter è ormai al capolinea – ha aggiunto Cucunato – ed è per questo che ho chiesto durante l’ultima Commissione Scuola in Provincia, che l’assessore si attivi, attraverso i suoi uffici per l’avvio dell’iter amministrativo. La costruzione della scuola è fondamentale non solo per l’offerta didattica su un territorio così importante, ma assume un rilievo anche sociale, per quello che potrà rappresentare ed offrire sia in termini di servizi collaterali socio-culturali per tutto il quartiere dell’Infernetto e non solo”.

“Inoltre – continua Cucunato – in termini di mobilità il nuovo istituto contribuirà ad eliminare per tanti giovani l’utilizzo delle auto per raggiungere le sedi delle scuole secondarie di altri quartieri. Già a marzo scorso, durante l’approvazione del bilancio, avevo aggiunto altri fondi rispetto a quelli già stanziati per l’esproprio e la progettazione per l’Istituto polifunzionale all’Infernetto”.

“Inoltre – conclude Cucunato – nel mese di maggio ho fatto approvare una mozione all’unanimità dal Consiglio Provinciale per creare una corsia preferenziale e, se possibile, addirittura anticipare l’approvazione di questo progetto all’interno del nostro piano investimenti territoriali 2010 anziché in quello del 2013. Questo istituto rappresenterà e offrirà diversi servizi concreti di carattere socioculturale per tutto il quartiere e non solo. Inoltre sarà molto utile per snellire la mobilità dei tanti giovani del territorio del tredicesimo municipio, evitando loro di dover utilizzare le auto per raggiungere le sedi scolastiche primarie e secondarie”.

Più informazioni su