Seguici su

Cerca nel sito

Storia di un incendio annunciato

La segnalazione del Comitato di Zona di Roma 2 sul rogo divampato giovedì

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’incendio avvenuto giovedì in zona Pomezia si poteva evitare”. A segnalarlo è il Comitato di Zona di Roma 2. “Era il 12 luglio 2010 quando un gruppo di cittadini di Roma 2 – spiegano dal comitato – presentavano un esposto alla Polizia Municipale di Pomezia che segnalava la situazione di pericolo scaturente dall’assenza di manutenzione che caratterizza i lotti privati che circondano le costruzioni. A questa iniziativa spontanea ha fatto seguito il 22 luglio 2010 un’altra segnalazione del Comitato di Zona di Roma 2 che rappresentava la situazione, oltre che alla Polizia Municipale, anche alle istituzioni locali e alle Asl di competenza. A seguito delle segnalazioni gli abitanti del quartiere hanno accompagnato una pattuglia della Polizia Municipale per un sopralluogo il 2 agosto 2010; hanno mostrato l’erba alta, i depositi di rifiuti, il materiale di cantiere lasciato dai costruttori, rappresentando le proprie preoccupazioni per il pericolo incendi”. “Il 30 di settembre ecco arrivare l’incendio annunciato – raccontano i cittadini – Il quartiere avvolto dal fumo, l’odore acre di rifiuti abbandonati in mezzo all’erba alta, i vigili del fuoco a compiere come sempre il loro lavoro pieno di rischi. E’ in queste situazioni che scatta la rabbia che si fonde alla delusione di essere cittadini che si relazionano con il nulla, con organismi in linea teorica deputati al rispetto delle regole e delle leggi, ma che nella sostanza vedono e intervengono molto di rado. Che senso ha mantenere in vita l’ordinanza n° 39 del 7 maggio 2004 che prevede che i lotti privati debbano essere mantenuti puliti e liberi da erbe infestanti? Che senso ha prevede l’intervento in danno degli inadempienti?”.

Più informazioni su