Seguici su

Cerca nel sito

Manifestazione antidiscariche a Fondi

Il Comune promuoverà analoghe giornate di raccolta in altre contrade della città

Più informazioni su

Il Faro on line – Piena soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e dall’Assessore all’Ambiente Silvio Pietricola per la buona riuscita della manifestazione anti-discariche che si è svolta la mattina di domenica 3 ottobre nella frazione di S. Magno.
Promossa dal Consorzio di Bonifica, la giornata ecologica ha visto coinvolte decine di persone, residenti nella contrada, nella raccolta di rifiuti abbandonati, soprattutto nei canali che costeggiano le vie Ponte rotto e Ponte di Lenola. A fine mattinata, dopo ore di lavoro da parte dei volontari, lo spettacolo del cumulo dei rifiuti raccolti era davvero desolante: oltre 200 copertoni di autovetture e di automezzi pesanti, decine tra materassi, televisori, frigoriferi e parti in plastica.
Dopo la differenziazione, i rifiuti raccolti sono stati inviati alla piattaforma di raccolta di Viale Piemonte, che – con quella sita in località Salto Covino – è a disposizione di tutti i cittadini per la raccolta differenziata. Il Sindaco e l’Assessore ricordano che in esse si possono conferire i rifiuti soggetti a riciclaggio, contribuendo al rispetto dell’ambiente e, allo stesso tempo, usufruendo di una riduzione di € 8,00 al quintale (€ 6,00 per le utenze non domestiche) sull’importo dovuto per il servizio Tarsu, fino al 50% del totale della bolletta.
Il Comune di Fondi promuoverà a breve ad organizzare analoghe giornate di raccolta in altre contrade della città, chiedendo la collaborazione delle associazioni locali. A breve sarà istituito a Fondi un ufficio della Polizia provinciale per rafforzare il servizio di vigilanza che porterà all’individuazione delle discariche presenti sul territorio e alla prevenzione degli scarichi inquinanti, oggetto di un’ordinanza che entrerà in vigore domani, 5 ottobre, a firma del Sindaco.
Al fine di prevenire, individuare e reprimere il malcostume delle discariche di rifiuti ingombranti ed inquinanti sarà attivata una collaborazione tra l’Associazione di volontari Ekoclub ed il Comando di Polizia municipale. Ai trasgressori verranno applicate le severe sanzioni previste dal decreto Ronchi.
Ma non vi è alcun dubbio che ogni opera di repressione potrà ben poco fino a quando i cittadini ed i titolari di ditte che trattano rifiuti inquinanti non prenderanno coscienza che tali discariche a cielo aperto rappresentano un pericolo per la salute e per l’ambiente, oltre a rappresentare un vero e proprio oltraggio al territorio. Così come altamente pericolosi sono i falò di rifiuti, che liberano sostanze tossiche e cancerogene – trasportate da vento e pioggia su coltivazioni, pascoli e falde acquifere – che si accumulano nei prodotti agricoli e nel bestiame per arrivare fino all’uomo.

Più informazioni su