Seguici su

Cerca nel sito

‘Il marketing del territorio è l’obiettivo del terzo millennio’

Soddisfazione dell’amministrazione per il bilancio delle iniziative organizzate per la stagione estiva

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ tempo di bilanci nel Comune di Formia, per verificare gli effetti delle attività avviate nel corso del 2010 e soprattutto per testare la validità della politica di marketing territoriale alla base delle  azioni dell’Amministrazione Comunale.
L’Ente, infatti, ha iniziato a lavorare tenendo sempre ben presente che “il marketing del territorio è la nuova sfida del terzo millennio”. “Sapersi adeguare alle nuovi correnti e alle moderne concezioni economiche – spiegano dall’amministrazione – permetterà di sopravvivere nel futuro. Occorre, infatti, incrementare il valore del territorio comunale, inteso nei suoi molteplici aspetti, valorizzando le sue potenzialità di sviluppo e incentivando l’imprenditorialità, locale e straniera, ad investire”.

Lo sforzo che è stato fatto dall’Amministrazione è stato quello di “guardare” per la prima volta al territorio comunale come ad “un sistema competitivo, dinamico e aperto all’esterno: in pratica un vero e proprio mercato in cui esiste una serrata lotta con altri territori similari concorrenti”. Nella moderna economia, infatti, intere aree geografiche sono in competizione fra loro e come le aziende private anche i territori sono da considerare soggetti economici in competizione tra loro. “Appare evidente, infatti, come i pochi investitori disposti a credere in un territorio siano attratti dai pochi territori che si sanno rendere interessati e appetibili”.

“Fatta questa doverosa premessa, – si legge in una nota stampa – si può passare al bilancio dell’estate 2010, nella quale si è cercato di rendere attraente il territorio attraverso un investimento minimo di capitali pubblici, moltiplicati da investimenti  privati che hanno avuto benefici diffusi su tutto il territorio comunale. Tale progetto è stato reso possibile da una azione sinergica che visto il coinvolgimento di tutte le parti interessate ( forze politiche, imprenditoria locale e cittadini ) che hanno saputo comprendere i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano per tutti”.

“Nel corso dell’estate 2010 è stata innanzitutto allargata l’intera stagione arrivando per la prima volta, di fatto, ala fine di settembre con eventi ed iniziative che hanno saputo coinvolgere la popolazione e attirare persone e visitatore dall’esterno. Oltre ad un intenso calendario di spettacoli, concerti ed eventi svolto durante il mese di agosto, sono stati organizzati tre eventi che hanno avuto una  eco nazionale: il concerto di Renzo Arbore, le Notti di Cicerone e il Cico. Tutte e tre le manifestazioni, in misura variabile ed in relazione alle caratteristiche degli eventi, sono state rese possibili da una stretta azione sinergica tra tutti i soggetti pubblici interessati allo sviluppo del territorio e i soggetti privati che hanno creduto nel progetto comunale”.

Hanno assistito alle manifestazioni circa 33.000 persone a fronte di investimento comunale di circa 100.000 euro accompagnato dall’investimento di altre istituzioni pubbliche ( provincia di Latina, Regione Lazio, Camera di Commercio, Federazione Italiana Vela ) e di soggetti privati ( profumerie Estasy, Centro Commerciale Itaca, Centro Commerciale Naturale “ Le due Torri” e vari sponsor privati ) per un totale di circa 600.000 euro investiti sul territorio.
La capacità di fare sistema e di lavorare in maniera sinergica messa in campo dall’amministrazione premette di sottolineare anche un dato meramente qualitativo relativo agli effetti positivi, diretti o indiretti, sul territorio, sotto forma di benessere diffuso, di lavoratori coinvolti in tali iniziative e di ritorno in termini di immagine dovuta a tutte le attività di comunicazione messe in atto con diversi veicoli informativi e diversi canali tematici.
“E’ chiaro che si tratta di un quadro puramente ipotetico essendo quasi impossibile una  conta precisa di tutti i fattori innescati, ma aiuta a rendere l’idea di come sia possibile “moltiplicare” un investimento pubblico laddove si lavori in stretta partnership con tutte le istituzioni e i soggetti privati. Entrambi, infatti, quando chiamati ad investire in maniera sinergica e finalizzata al raggiungimento di un obiettivo comune rispondono in maniera egregia permettendo la creazione di notevoli flussi turistici”.

Più informazioni su