Seguici su

Cerca nel sito

E-mail: attivata una casella di posta certificata per il Comune

Iniziativa nell’ambito del programma di innovazione sostenuto dalla Giunta

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comune di Minturno ha attivato una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC), associata al protocollo generale, al fine di migliorare le modalità di comunicazione tra l’Ente, le Istituzioni, i cittadini e le imprese. Il Municipio aurunco ha richiesto l’inserimento del proprio indirizzo di PEC nell’Indice delle Amministrazioni Pubbliche (http://www.indicepa.gov.it/). L’indirizzo, a cui inviare le comunicazioni, è minturno@legalmail.it. La casella sarà sempre attiva, ma i messaggi verranno presi in carico e smistati dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 (festivi esclusi). “Nell’ambito del programma di innovazione sostenuto dalla Giunta Galasso – dichiara l’Assessore al Bilancio, dottor Ercole Conte – abbiamo varato questa importante iniziativa per l’informatizzazione dei servizi, in una fase in cui grande è l’attenzione verso la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Entro la fine del 2010 partirà anche il protocollo informatico. Si tratta di buone opportunità per avvicinare maggiormente i cittadini al Comune, rendere più celeri i contatti con gli amministratori locali, agevolare la richiesta di atti e di certificati, favorire l’abbattimento dei costi relativi alle spese postali ed all’acquisto di carta”. “La PEC – ricorda l’Assessore Conte – è uno strumento che permette di dare ad un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale. E’ un sistema di comunicazione e di invio di documenti assimilabile, per molti aspetti tecnici, alla posta elettronica tradizionale, ma che garantisce agli utenti, in virtù di alcune caratteristiche specifiche, la certezza, a valore legale, dell’invio e della consegna (o mancata consegna) dei messaggi e-mail al destinatario. E’ assimilabile, quindi, ad una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno ed, infatti, il Codice dell’Amministrazione Digitale (Decreto Legislativo n. 82/2005) ha conferito alla posta certificata valore giuridico, rendendo la ricezione dei messaggi opponibile a terzi in caso di contenzioso”. “Il Municipio – aggiunge l’Assessore al Bilancio – prenderà in considerazione le comunicazioni inoltrate solo se giungeranno via PEC tramite uno degli Enti Gestori accreditati presso il Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA). Inoltre, una pratica da inviare al Comune di Minturno potrà seguire un solo canale di comunicazione: cartaceo (mediante posta ordinaria, raccomandata A/R, presentazione a mano) oppure via PEC. Le mail provenienti da account di posta elettronica tradizionale, indirizzate all’indirizzo di PEC, non saranno ammesse”.

Più informazioni su