Seguici su

Cerca nel sito

Asl RmD, nuova strategia

Progetti per il territorio discussi dall’Osservatorio socio-sanitario

Più informazioni su

Il Faro on line – Novità in vista per la sanità: ribadita la necessità di un ampliamento dell’ospedale Grassi e di un potenziamento dei presidi sanitari esistenti sul territorio della Asl RmD. Tra le proposte, la creazione di un presidio del 118 presso la sede di Casalbernocchi e la richiesta di un bando per nuovi infermieri. Dalla dirigenza della Asl RmD arriva anche la volontà di mettere in campo una “nuova strategia sanitaria”. Mentre è in fase di ultimazione la ristrutturazione del pronto soccorso del nosocomio lidense, che renderà il reparto più funzionale ed idoneo all’accoglienza dei pazienti della 12° città più popolosa d’Italia, nel corso della seduta dell’Osservatorio sociosanitario del municipio XIII, è infatti emersa con chiarezza l’esigenza di una riorganizzazione del personale per far fronte alle richieste di Ostia e di Fiumicino. Un contributo positivo già arriva dalla recente istituzione della scuola infermieri che, come ha sottolineato Riccardo Marinelli, presidente dell’Osservatorio, “rappresenta l’in-put per migliorare le cose all’interno della struttura sanitaria e quindi dell’intero territorio”. Marinelli ha dichiarato quindi con decisione la volontà di “portare avanti la battaglia per l’ampliamento dell’ospedale sollecitando le parti interessate perché questo avvenga”. All’incontro, che si è svolto nei giorni scorsi nel Palazzo del Governatoriato, era presente Lindo Zarelli, direttore sanitario del Grassi, Lindo Zarelli.  Il dirigente ha sottolineato “l’insufficienza del personale del pronto soccorso, con 5 infermieri ogni turno: per avere un adeguato servizio, in considerazione della popolazione del territorio, dobbiamo arrivare almeno a 7 operatori ogni turno”. Il consigliere Alessandro Paltoni ha sollecitato il presidente Marinelli a presentare un documento in consiglio municipale per investire ufficialmente la Regione, competente in materia, ad intervenire per migliorare la struttura. Il consigliere Stefano Salvemme ha  invece proposto di utilizzare la sede Asl di Casalbernocchi  con un presidio del 118, garantendo una copertura anche nell’hinterland. Climene Pistolesi, direttore medico del XIII distretto sanitario, intervenuta al tavolo, ha ricordato come i numerosi presidi sanitari esistenti negli anni scorsi sono stati depotenziati, portandoli ad una “situazione ibrida con grave ripercussione sulla cittadinanza”. Pistolesi ha quindi annunciato  “una loro riabilitazione ed una
nuova strategia sanitaria”. Lodovoco Pace, assessore ai servizi sociali, ha lanciato la proposta di istituire una postazione dotata di defribillatori a
piazza Capelvenere, ad Acilia,  in considerazione degli incidenti che si verificano sulla via del Mare e sulla Cristoforo Colombo alleggerendo così il pronto soccorso del Grassi.
Maria Grazia Stella

Più informazioni su