Seguici su

Cerca nel sito

Presidio Palidoro, parla Crescere Insieme

Il vicepresidente Butani risponde alle polemiche

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ai cittadini fa sempre piacere che i rappresentanti politici trovino soluzioni e diano risposte alle esigenze popolari, soprattutto se sanitarie. Le piccole associazioni non esisterebbero neanche se i rappresentanti politici svolgessero al meglio i loro compiti, dedicando massima attenzione alle necessità locali. Purtroppo non sempre è cosi ed è per questo che in passato, Comune ed associazioni locali si sono uniti per creare un “potere popolare” che avesse potuto mettere alle corde le strutture competenti. Non sappiamo a quale associazioni si rivolga il segretario della Destra, ma come organismo territoriale ci sentiamo in dovere di rispondere e difendere chi come noi ha dedicato del tempo su questo argomento”. A parlare è Massimo Butani, vicepresidente dell’Associazione Crescere Insieme in risposta a Massimiliano Catini sul presidio sanitario di Palidoro. “E’ vero cio’ che dice riguardo la competenza regionale in materia Sanita’, ma forse  ignora che esiste un protocollo d’intesa tra Regione Lazio e Comune di Fiumicino senza il quale non si avvierebbe nessun Iter, e tale protocollo non sarebbe stato sottoscritto se la Regione avesse ritenuto il Comune inutile ed impotente.
“Le associazioni non fanno proclami (quelli li fanno i politici che sappia io), ma chiedono servizi ad alta voce, ed hanno un ruolo fondamentale in materia Sanità, avendo il polso delle esigenze locali, conoscendone benissimo le problematiche – prosegue Butani – Perche si limita a parlare di fondi e del presidio di Palidoro? Vuole forse fare uno spot elettorale….? Noi abbiamo rappresentato e manifestato con moltissime associazioni e comitati  le problematiche sanitarie di tutto il territorio di Fiumicino da Nord a Sud iniziando proprio da Palidoro ( manifestazione organizzata dal Comitato Cittadino di Palidoro) e non abbiamo cercato personalismi! La ringraziamo per l’interessamento e per essersi unito alle nostre battaglie, ma sminuire il lavoro svolto negli ultimi due anni con ripetuti incontri tra Associazioni Asl e Comune non e’ carino, e se mozioni presentate e votate in Consiglio Comunale da maggioranza ed opposizione, siano per lei di poco conto, ci indichi l’alternativa, e noi la seguiremo….!!! Avremmo gratito volentieri la sua presenza, e quella del suo partito in questi due anni di battaglia ma questo non e’ accaduto…… ,ma se veramente il suo intervento  riuscira’ a risolvere le problematiche sanitarie del nostro Comune, credo che Sindaco, Consiglieri ed Associazioni, le saranno grati. Difendiamo l’aggregazione, caro Catini, cresciamo insieme e avremo tutti vita più facile e piena di soddisfazioni, specialmente al Nord”.

Più informazioni su