Seguici su

Cerca nel sito

Malafede: restituiti ai bambini 3.000 metri quadrati di verde

L’intervento è stato realizzato con l’obiettivo di creare un luogo che soddisfi l’aspetto ricreativo

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ stato inaugurato questo pomeriggio il nuovo giardino della scuola elementare “Tersilla Fenoglio” in via Piero Gherardi a Malafede. Presenti al taglio del nastro, Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio , Fabio de Lillo, Assessore Ambiente del Comune di Roma, Giancarlo Innocenzi, Assessore Ambiente XIII Municipio e Augusto Bonvicini, Consigliere XIII Municipio.

Nell’ambito delle attività di progettazione dei giardini scolastici delle scuole di Roma, l’assessorato all’Ambiente e del Verde Urbano ha lavorato al progetto di riqualificazione del giardino della Scuola Tersilla Fenoglio, inserita in un contesto densamente popolato di recente urbanizzazione, nel XIII Municipio. Il Servizio Progettazione Verde Scolastico dell’assessorato ha condotto in accordo con il corpo docente e con i genitori dei bambini che frequentano la scuola, le fasi preliminari di studio necessarie all’elaborazione definitiva del progetto di riqualificazione delle aree esterne (oltre 3.000 mq) per un costo complessivo di 135.000 euro.
L’intervento è stato realizzato con l’obiettivo di creare un luogo che soddisfi l’aspetto ricreativo, estetico ed educativo, uno spazio sicuro e stimolante, in cui i bambini possano fare l’esperienza diretta di conoscenza delle dinamiche ecologiche, mediante il coinvolgimento di tutti i sensi, attraverso elementi vegetali da vedere, toccare, annusare e mangiare. Nella realizzazione del nuovo impianto vegetale é stata posta particolare attenzione a favorire l’importanza ecologica e didattica della biodiversità con l’inserimento di 350 nuove piante assortite in circa 100 specie diverse (area della collezione botanica). Le essenze impiantate sono irrigate con un impianto di microirrigazione al fine di utilizzare la minima quantità di acqua. In questo modo si è voluto elevare la qualità estetica del giardino e offrire ai bambini l’opportunità di osservare la natura nelle sue diverse manifestazioni e nei suoi mutamenti stagionali, in modo da stimolarne la curiosità e la sensibilità. L’intervento di riqualificazione nasce anche dall’esigenza di valorizzare e mettere in sicurezza gli spazi all’aperto in cui i bambini della scuola dell’infanzia e primaria passano una considerevole parte del loro tempo a svolgere attività didattiche e ludiche. Nel dettaglio, sono stati risolti problemi legati ad un’invasiva presenza di terrapieni alti circa 80 centimetri, frutto di un’originaria superficialità progettuale, che rendevano gli spazi opprimenti ed insicuri. All’entrata, che presentava alcune criticità legate all’immediata vicinanza di un ampio parcheggio sovraffollato, impraticabile nei momenti di ingresso e di uscita degli alunni, è stata creata un’area di accoglienza che permetterà ai genitori e ai nonni non solo di accompagnare e riprendere i bambini, ma anche di sostare seduti all’ombra di un’ampia pergola coperta di rose. Inoltre, le aiuole poste nella parte frontale dell’edificio sono state attrezzate per le attività ludico-motorie con cinque stazioni ginniche.

Nella parte posteriore è stata sistemata e arredata una preesistente area, destinata allo svolgimento di spettacoli, con una piattaforma in tavolato di larice e comode sedute in tufo. Al confine con l’adiacente scuola media, facente parte dello stesso Istituto Comprensivo, è stata creata un’area per le attività di laboratorio ed educazione ambientale con l’allestimento di un orto composto da sedici parcelle per la coltivazione, un frutteto e dei tavoli con panche.

Entro la fine dell’anno, l’assessorato alle Politiche Ambientali e del Verde Urbano avvierà i lavori di riqualificazione dei giardini di altre tre scuole romane: “Principe di Piemonte” (XI Municipio), “Italo Torsiello” (XII Municipio) e “Don Michele Rua” (X) Municipio.

“Oggi consegniamo quest’area – ha aggiunto Giacomo Vizzani (nella foto) Presidente XIII Municipio – che sarà a disposizione dei piccoli alunni, a cui rivolgiamo l’invito di custodirla e di averne cura in modo da permettere alle future classi di poter usufruirne come faranno loro”.

Più informazioni su