Seguici su

Cerca nel sito

Furti ai danni dell’ex comandante Giustini

Nel mirino il maresciallo in pensione della caserma di Tor San Lorenzo

Più informazioni su

Il Faro on line – Da tre anni furti sospetti al terzo piano
dell’abitazione e nell’auto dell’ex comandante la stazione carabinieri
di Tor San Lorenzo M/llo Walter Giustini. A darne notizia proprio il
maresciallo da qualche anno in pensione per motivi di saluti. “I furti –
racconta Giustini – quasi tutti simili a quello di ieri nel mio
appartamento. Sono rincasato dopo aver portato la bambina a scuola ed ho
trovato la casa a soqquadro, mi era stata asportata soltanto una
vecchia telecamera ed una altrettanto vecchia macchina fotografica,
smontato una lampada da comodino, mentre erano state lasciate in terra
catenine d’oro ed una macchina fotografica ultima generazione. Inoltre
altra anomalia, il tentato furto nella mia auto alcune settimane fa,
quando ignoti dopo aver rotto il vetro e asportato dal porta oggetti il
libretto, il navigatore ed altro, depositando il tutto in bella vista
sul sedile anteriore. Sono preoccupato, non tanto per me che di pericoli
nel mio mestiere ne ho corsi tanti, ma per la mia famiglia. Avvalendomi
della mia esperienza nell’Arma, furti simili sembrano più ‘dispetti’ al
limite degli avvertimenti, che veri e propri furti di ladruncoli di
bassa lega”.

Va considerato che il Giustini, nella sua carriera nell’Arma, ha
ricoperto specialmente in Sicilia, diversi incarichi pericolosi,
prendendo parte a numerose e rischiosissime operazioni come la caccia ai
più pericolosi latitanti tra cui, aver partecipato alla cattura del
boss dei boss, Totò Riina. Durante la sua permanenza al comando stazione
di Tor San Lorenzo ha posto sotto sequestro diversi complessi
immobiliari di noti e potenti costruttori forestieri, oltre alle tante
operazioni svolte a tutela dei cittadini di Tor San Lorenzo con numerosi
arresti di spacciatori e rapinatori che non la fa essere secondo a
nessun altro a Tor San Lorenzo. Queste operazioni  sono soltanto quelle
di cui siamo a conoscenza pochi fatti, dovuti alla riservatezza dell’ex
comandante la stazione. La denuncia è stata presentata presso il comando
della stazione carabinieri di Ardea dove come sempre il comandante
Luogotenente Antonio Landi avrà rapidamente avviato indagini.
Trattandosi di un maresciallo impegnato in passato in operazioni segrete
e pericolose, di questi furti, sembra si interesseranno reparti
specializzati proprio in virtù del passato trascorso alla ricerca dei
latitanti  pericolosi, boss e capi della più temuta organizzazione
criminale mondiale. Chissà se non sarebbe opportuno fino a conclusione
delle indagini di assegnare una scorta armata all’ex comandante la
stazione  carabinieri di Tor San Lorenzo.
Luigi Centore  

Più informazioni su