Seguici su

Cerca nel sito

‘Sanità, collaborazione dall’incontro con la Polverini’

Soddisfazione di Michele Forte, sindaco di Formia e presidente del consiglio provinciale di latina

Più informazioni su

Il Faro on line – “La presidente Polverini si è dimostrata disponibile e aperta al confronto, confermando che il suo, come il nostro unico interesse sia quello di migliorare il piano per il bene dei cittadini”.
Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio di Latina nonché segretario provinciale dell’Udc, Michele Forte (nella foto), in merito all’incontro che venerdì scorso ha avuto in Regione sul piano di riordino della rete ospedaliera.
“Come promesso, – spiega Forte – dopo l’apertura del tavolo di trattative avvenuta il 14 ottobre, tra i primi incontri la presidente Polverini ha organizzato questo confronto con la provincia di Latina. Una dimostrazione dell’attenzione che sta rivolgendo verso le richieste del nostro territorio, così come del resto della Regione. Nel nostro lungo incontro, ho posto l’accento sul mantenimento e sul rafforzamento tanto dei servizi, quanto dell’intera offerta sanitaria pontina. In particolare, anche se si dovranno perdere dei posti letto, ho sottolineato l’importanza di mantenere gli attuali servizi offerti dagli ospedali di Sezze e di Gaeta e di puntare dritto verso il potenziamento di quello di Latina. Altro punto, quello relativo all’ospedale del Golfo. Questo, insieme a quello dei Castelli Romani, rappresenta infatti la nostra priorità superato il commissariamento. D’altronde, il primo per l’area sud della nostra provincia, il secondo per il bacino di Aprilia sono una prospettiva fondamentale per l’ammodernamento e la razionalizzazione dell’intero sistema sanitario regionale”.
“La riforma del sistema sanitario e della rete ospedaliera – aggiunge Forte – si presenta come un processo lungo, il quale però ha già in questo piano un momento decisivo. In una fase drammatica, in cui la Regione rischia il dissesto per un deficit accumulatosi negli anni, è necessario che le forze politiche si dimostrino responsabili. Ecco perché l’appello che rivolgo a chi ricopre ruoli istituzionali è quello di evitare facili allarmismi, avanzando proposte demagogiche. La visibilità dei titoli di giornale non rappresenta la strada appropriata per offrire un contributo alla riforma sanitaria di cui i nostri concittadini hanno bisogno. Io stesso non avrei pubblicizzato l’incontro con la Polverini, se non fosse stata la stessa presidente a renderlo noto. In questa fase di trattative – conclude Forte – la nostra provincia non ha bisogno di titoli, ma solo di proposte concrete e realizzabili che rispondano ai bisogni reali dei cittadini”.

Più informazioni su