Seguici su

Cerca nel sito

Istituzione ed imprese in prima linea nelle emergenze

parte il progetto ispirato al modello ‘Prata d’Ansidonia’

Più informazioni su

Il Faro on line – I responsabili della Protezione Civile di Civitavecchia, con l’aiuto dell’Assessore competente Andrea Pierfederici, stanno lavorando ad un progetto per la pianificazione delle strategie e delle operazioni in caso di emergenza. Grazie anche all’aiuto del comandante della Polizia Municipale Carlo Sisti e del Coordinatore del Gruppo Volontari Valentino Arillo, si sta cercando di creare una struttura a rete, inglobando in tale piano di lavoro diverse organizzazioni così da poter fronteggiare le diverse situazioni di crisi che si potrebbero creare nel territorio e al di fuori dello stesso. A tal proposito si stanno attivando contatti con le organizzazioni di volontariato di protezione civile limitrofe, l’Associazione Radioamatori di Civitavecchia e quella dell’Alto Lazio, la Croce Rossa, ma un ruolo di primo piano sarà ritagliato anche dalle imprese locali. A parere dei responsabili del progetto sarà infatti fondamentale la cooperazione con società che possono fornire prodotti alimentari: all’appello ha già risposto l’ipermercato Leclerc.
L’importanza di pianificare i soccorsi in caso di emergenza è stata riscoperta, in particolar modo, in occasione dell’evento sismico del 6 aprile 2009 che ha colpito la provincia dell’Aquila. In tale occasione, a poche ore dall’evento catastrofico, il Gruppo Comunale è giunto con i propri mezzi e volontari nel comune di Prata d’Ansidonia per prestare soccorso alle popolazioni locali. Un  modello che l’Assessore Andrea Pierfederici ha voluto valorizzare facendo partire l’innovativo progetto. “L’operazione di Prata d’Ansidonia è riuscita perfettamente se si pensa che molte aziende locali sono tutt’ora al fianco della Protezione Civile in Abruzzo per continuare ad aiutare gratuitamente gli abitanti dei territori colpiti dal terremoto; alcuni esempi sono la Nol Gru di Pietro Cavallaro che è da sempre insieme ai volontari dell’organizzazione con uomini e mezzi, la lavanderia industriale Lastim di Ettore Martorano che sta provvedendo al lavaggio delle coperte e delle divise, la Cantieristica Laziale di Claudio Dell’Anno che fornisce alcuni ponteggi per il magazzino del Gruppo Comunale della Protezione Civile”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Gianni Moscherini: “Vorrei ringraziare non solo i responsabili della Protezione Civile, ma anche i volontari delle organizzazioni e le imprese locali che, fino ad ora, hanno saputo rispondere in modo efficace alle emergenze. Mi auguro – prosegue – che questa sinergia tra i diversi attori che intervengono in queste occasioni possa continuare a lungo in modo da poter rispondere sempre adeguatamente ad eventuali imprevisti che possono crearsi non solo in città, ma anche al di fuori del nostro territorio”.
Risulta, quindi, indispensabile una buona progettazione e organizzazione nella gestione delle emergenze. Per questo, a breve, sarà organizzata una riunione operativa con le organizzazioni di Protezione Civile locali e con le componenti del Centro Operativo Intercomunale Zona 1.

Più informazioni su