Seguici su

Cerca nel sito

‘Oiv: legittime le procedure delle nomine’

Il sindaco di Fondi: ‘Polemiche pretestuose’

Più informazioni su

Il Faro on line – “Rivendicando con forza la legittimità delle procedure che hanno portato alla nomina dei tre componenti dell’Organismo Indipendente di Valutazione”.
E’ quanto dichiara il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo che ribadisce come il Comune di Fondi abbia ritenuto opportuno, nell’assoluto rispetto delle regole, procedere all’individuazione di professionisti esterni al contesto amministrativo e provvisti di curricula di assoluto profilo tenendo in considerazione gli indirizzi di massima della CiVIT – Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche.
La CiVIT ha apprezzato l’iniziativa del Comune, constatando che la scelta dei componenti di tale Organismo “rispetta il carattere multidisciplinare delle competenze e dell’esperienza acquisita”. La CiVIT ha unicamente segnalato che l’età media dei componenti si discosta “in maniera non significativa da quella indicata nella delibera n. 4/2010”. “Pertanto – spiega il sindaco – non è stata violata alcuna norma, poiché la CiVIT fornisce solo delle linee guida ed esprime dei pareri. E ci sembra significativo che abbia valutato più che positivamente i curricula dei tre componenti dell’OIV. Ma le nomine hanno attirato gli ormai prevedibili strali dei professionisti del discredito, che si dedicano ossessivamente alla spregevole consuetudine della maldicenza”.
“La pretestuosità delle polemiche costruite ad arte e veicolate negli ultimi giorni emerge, pertanto, in tutta la sua evidenza. Difatti la dignità e la professionalità del professor Vincenzo Papadia sono state oggetto di ripetuti tentativi di discredito. Ma che esse siano ben al di sopra di qualsiasi donchisciottesca diatriba è dimostrato dall’impegno e dalla competenza profusi in tanti anni in numerosi Comuni a guida di centrosinistra. Tra l’altro, negli anni della Giunta Marrazzo, Papadia ha ricoperto il ruolo di Presidente di commissione nell’espletamento di ben 10 concorsi presso il Consiglio regionale presieduto dall’esponente del Partito Democratico On. Guido Milana. Tali concorsi hanno portato all’assunzione di ben 116 persone. Perché chi in questi giorni ha voluto architettare questa volgare polemica solo pochi anni fa ritenne opportuno tacere?”
“Disgustato da tutto ciò, Papadia mi ha comunicato le sue irrevocabili dimissioni dall’Organismo Indipendente di Valutazione. Egli ha dichiarato di aver assunto tale decisione a tutela dell’immagine e dell’onorabilità della Città di Fondi e dei suoi abitanti a seguito agli attacchi pretestuosi pervenuti in seguito alla sua nomina. Pur confermando a Papadia la mia stima e la volontà di voler continuare ad avvalermi della sua preziosa collaborazione, ho ricevuto una cortese ma immutata conferma della sua decisione”.
“Prendendo atto con rammarico delle irrevocabili dimissioni, non posso non evidenziare come l’attacco subdolo e scomposto che gli è stato rivolto conferma il tasso di inconsistenza politica dell’opposizione, che si è ridotta a sollevare polveroni mediatici privi di fondatezza pur di garantirsi i suoi quotidiani quindici minuti di celebrità. Chi ha sollevato queste assurde polemiche avrebbe potuto rivolgersi al sottoscritto per venire a conoscenza delle motivazioni che hanno portato alla scelta dei tre componenti. Invece si è preferito alimentare uno starnazzo da cortile che appaga esclusivamente il proprio smisurato ego”.
“Purtroppo – conclude – non ci si rende conto che perseverando su questa linea assurdamente giustizialista e velleitaria si produce come unico effetto di continuare a dequalificare l’immagine di una città che, grazie all’impegno di chi è stato scelto ad amministrarla e all’orgoglio e all’ottimismo dei suoi concittadini, si sta risollevando a seguito di ingiurie pretestuose e dannose che negli ultimi anni l’hanno duramente ferita”.

Più informazioni su