Seguici su

Cerca nel sito

Sociale: ‘una mano tesa’ ai cittadini

Fucci: ‘Ci sono molte famiglie in difficoltà che necessitano di supporto’

Più informazioni su

Il Faro on line – Si chiamerà “A mano tesa” il progetto presentato nell’aula consiliare dall’associazione Fons Perennis. Il progetto in questione si propone di dare una mano ai cittadini in difficoltà economica e sociale. Ad avallare questa idea è stata la stessa amministrazione comunale, che non ha mai nascosto l’interesse verso questo tipo di attività, attraverso l’assessorato alle Politiche Sociali.  
L’assessore Vincenzo D’Intino lo descrive in poche ma efficaci parole: “A mano tesa è un progetto che incarna appieno il concetto di solidarietà. A dispetto di molte associazioni che propongono progetti previo utilizzo di fondi, in questo caso Fons Perennis non ha chiesto soldi all’amministrazione. Credo sia l’esempio massimo di collaborazione tra un’associazione e le istituzioni”.
Fons Perennis non è nuova ad attività volta a temi sociali sul territorio. Ha infatti più volte collaborato con l’associazione Memento Naturae, che gestisce l’ex Asl di Maccarese, occupata dalla stessa associazione circa due anni fa. Alessandro Fucci, membro di fons Perennis, ha spiegato le intenzioni del progetto A mano tesa: “Non cerchiamo soldi o notorietà, ma vogliamo cercare di dare il nostro contributo per riportare un briciolo di giustizia sul territorio di Fiumicino. Ci sono molte famiglie in difficoltà che necessitano di supporto. Inoltre vorremmo proporre un nuovo modello di vita, che sia lontano da quello proposto dai mass media o dalla cultura dell’esteriorità, piuttosto ci rivolgiamo ad uno stile di vita che punti sulla spiritualità e l’armonia con la natura”.
L’ideatore del progetto è Alfonso Pezzano che ha descritto come funzionerà effettivamente sul territorio “A mano tesa”: “Attraverso la collaborazione di supermercati, raccoglieremo alimenti da distribuire alle fasce più deboli della popolazione locale. Questo per rafforzare il principio con il quale ci adoperiamo per gli altri, e cioè che ogni individuo deve avere pari dignità”.
Sarà l’assessorato a fungere da filtro tra le richieste di sostegno e l’associazione, garantendo la privacy dei cittadini e fornendo a Fons Perennis i nominativi delle famiglie che realmente hanno i requisiti per poter beneficiare di queste raccolte.
“Il progetto A Mano tesa – ha esordito Riccardo Oliva, Memento Naturae – vuole dimostrare che c’è ancora chi crede nella solidarietà. Da quando gestiamo lo spazio della vecchia Asl di Maccarese ci siamo dati da fare in maniera concreta per restituirlo ai cittadini. E con questo progetto si completerà un altro pezzo di mosaico per far vivere il casale, grazie anche all’aiuto dei volontari che collaborano con noi, in maniera del tutto gratuita. Siamo la dimostrazione che esistono sul territorio realtà che vogliono davvero fare qualcosa per aiutare chi ne ha bisogno”.
Stefania Carlucci

Più informazioni su