Seguici su

Cerca nel sito

Redimedica Bull verso Il Selargius

Senza Varricchio e Bertocchi, ma con tanta voglia di ben figurare alla prima casalinga di B1

Più informazioni su

Il Faro on line – Tra alcune assenze e con condizioni ottimali ancora da ritrovare, la Redimedica Bull Basket Latina si appresta  ad affrontare il Selargius nella prima gara tra le mura amiche nella stagione della sua prima esperienza in B1.
Una squadra temibile le sarde, vittoriose una settimana fa sull’Athena Roma e considerate sempre di più fra le protagoniste di questo campionato. Ma le biancoverdi ce la metteranno tutta per ben figurare e regalare al proprio pubblico una prima di lusso, in questa stagione per loro inedita.
Per la squadra di Francesco Lazzaro restano alcune importanti defezioni, come quelle di Marcella Varricchio che non si sta allenando, ancora alle prese con il dolore al tallone e all’adduttore; e della neo-arrivata Simona Bertocchi, che, giunta alla Bull dopo un anno e mezzo di inattività, ha bisogno ancora di un po’ di tempo per recuperare. In progresso, anche se ancora non al 100%, Alessandra Ciaravino, che ha una sola settimana di allenamento nelle gambe ed è in fase di recupero.
Il coach, ben conscio dell’attuale situazione, si prepara al match interpretando per bene l’avversario: “Non conosco bene il Selargius – ha dichiarato Lazzaro -, ma per quello che so, è un roster da prendere con le molle e la vittoria contro l’Athena della prima giornata insegna molte cose. Inoltre è coperto in tutti i ruoli da molti elementi validi”.
Lazzaro, comunque, spera di vedere in campo la Bull della seconda parte di gara al debutto di Viareggio: “Nella nostra prima giornata, fatta eccezione per il primo quarto, ho riscontrato dei miglioramenti e spero ci si possa basare su questi per ben figurare; visto che da metà secondo quarto in poi siamo state sempre lì, creando grattacapi all’avversario. Per il resto – prosegue – la squadra deve essere ancora assemblata completamente e le ragazze devono trovare le giuste intese fra loro, interpretando al massimo le loro posizioni. Ma per tutto questo si potrà migliorare partita dopo partita, andando alla ricerca anche delle giuste motivazioni, iniziando a far vedere le nostre qualità con una grande prestazione alla prima nella nostra palestra”.
Il match si andrà in scena dunque alla “Don Milani” domenica 24 Ottobre alle ore 17, per agevolare la squadra sarda nelle operazioni di rientro.

Più informazioni su